Sviene in acqua, salvata dall'allenatrice: paura ai Mondiali di nuoto

La sincronetta statunitense ha accusato un malore mentre era in piscina. Il tempestivo intervento dell'allenatrice ha evitato il peggio

Sviene in acqua, salvata dall'allenatrice: paura ai Mondiali di nuoto

Ha perso i sensi in acqua per qualche secondo, fino a quando la sua allenatrice si è tuffata nella vasca per soccorrerla. Attimi di terrore, oggi alla Szechy pool di Budapest, quando la statunitense Anita Alvarez è stata colta da un malore subito dopo aver terminato il proprio esercizio nel corso della finale del singolo libero di nuoto sincronizzato, ai Mondiali di nuoto in corso in Ungheria.

La ricostruzione

Tanta paura ma, fortunatamente, un gran sospiro di sollievo per la sincronetta americana che vanta una partecipazione olimpica a Rio e una certa ironia se è vero che nella bio di presentazione scrive "ho preso due volte l’ascensore con Michael Phelps e ho pestato i piedi a Michelle Obama quando mi ha abbracciato in una visita alla Casa Bianca".

Anita Alvarez è impegnata nel suo esercizio individuale ma in acqua qualcosa non va: nelle fasi finali dell'esercizio la 25enne statunitense accusa un malore. Grande preoccupazione in tribuna nel gruppo americano. L'allenatrice di Alvarez capisce per prima la gravità della situazione e si tuffa per soccorrere la sua allieva. A quel punto l'allenatrice consegna l'atleta nelle mani dell'equipe sanitaria a bordo vasca. I medici e i paramedici, poi intervenuti, hanno trasportato Alvarez in infermeria, dove è stata dichiarata fuori pericolo. Passato lo spavento, l'atleta è riuscita a tornare sul piano vasca per rassicurare sulle proprie condizioni di salute. E quando torna nel gruppo degli Stati Uniti viene accolta da un enorme abbraccio dello staff, poi viene applaudita da tutte le atleti presenti nella piscina di allenamento.

Ora Alvarez sta bene, ma in quei momenti delicatissimi hanno tremato sia gli spettatori presenti alla Szechy pool che quelli davanti alla tv. Nella stessa gara, vinta dalla giapponese Inui, l’azzurra Linda Cerruti, 28 anni, di Genova, si è classificata al quarto posto.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti