Sport

Il portiere del Sudafrica ucciso durante una rapina

Meiywa si trovava a casa della fidanzata quando un uomo gli ha chiesto di consegnargli il cellulare e poi gli ha sparato a seguito della reazione del giocatore

Il portiere del Sudafrica ucciso durante una rapina

È morto a 27 anni. Ucciso da alcuni colpi d'arma da fuoco durante una rapina. La storia di Senzo Meyiwa, portiere e capitano della nazionale sudafricana di calcio, finisce a Vosloorus, un sobborgo di Johannesburg. Secondo le prime ricostruzioni della polizia, Meiywa si trovava a casa della fidanzata quando un uomo gli ha chiesto di consegnargli il cellulare e poi gli ha sparato a seguito della reazione del giocatore. Sabato sera Meyiwa aveva giocato con i suoi Orlando Pirates nella partita vinta per 4-1 all’Orlando Stadium contro l’Ajax di Città del Capo. Il 27enne Meiywa era diventato portiere titolare subentrando all’infortunato Itumeleng Khune, da cui ha anche ereditato la fascia di capitano.

538em;">"Questa - ha detto il presidente degli Orlando Pirates - è una triste perdita per la famiglia di Senzo, specialmente per i suoi bambini, per gli Orlando Pirates e la nazione intera". Sono tre i sospettati dell’omicidio. La polizia li sta cercando e ha offerto una taglia a chi dovesse fornire informazioni che contribuiscano al loro arresto.

Commenti