Donnarumma parte male al Psg: la scelta che lo gela

L'ex portiere rossonero è rimasto in panchina nella trasferta di Brest. Pochettino ha schierato ancora Keylor Navas

Donnarumma parte male al Psg: la scelta che lo gela

È arrivata subito una brutta sorpresa per Gigio Donnarumma, alla prima convocazione con il Psg, l'ex portiere rossonero è stato spedito in panchina dal tecnico Pochettino, che ha scelto ancora Keylor Navas.

"Io e il Milan avevamo ambizioni differenti, era arrivato il momento per crescere ancora". Qualche giorno fa Gigio aveva motivato così la scelta di lasciare i rossoneri. Di sicuro aveva immaginato un inizio di stagione più agevole. Nella vittoriosa trasferta di Brest infatti il titolare tra i pali, così come era stato nelle prime due partite vinte contro Troyes e Strasburgo, è stato ancora l'esperto Keylor Navas, punto fermo della squadra nelle ultime due stagioni. Sulla questione Mauricio Pochettino si è espresso così nella conferenza stampa a fine partita: "Navas o Donnarumma? Rispondo perchè devo farlo, ma solo un portiere può giocare e questa è una delle decisioni che dobbiamo prendere, come tante altre. Andremo avanti di volta in volta facendo le nostre scelte".

La concorrenza tra i due portieri si preannuncia dunque più dura del previsto e d'altronde c'era da aspettarselo dopo la scelta di Navas di restare a Parigi nonostante l'arrivo di Donnarumma. Almeno per il momento Pochettino ha preferito affidarsi ad un elemento di maggiore esperienza, anche alla luce dell'affiatamento maggiore con i compagni del pacchetto difensivo. Scalzare Navas non sarà affatto facile anche per gli equilibri di spogliatoio, sempre fondamentali in un gruppo pieno di stelle come quello del Psg. L'anima sudamericana dai brasiliani Neymar e Marquinhos, agli argentini Di Maria e Paredes fino all'ultimo arrivato Messi, potrebbe rappresentare un fattore a vantaggio del costaricano. Senza contare l'amicizia del portiere Tico con Sergio Ramos, compagno di squadra al Real Madrid con cui ha condiviso la conquista di ben tre Champions League.

Insomma almeno per ora le gerarchie sembrano chiare, Keylor Navas è il portiere titolare, Donnarumma la riserva. Un evento di sicuro inusuale per Gigio, alla prima esclusione per scelta tecnica in campionato da quando appena sedicenne fece il suo esordio tra i professionisti con la maglia del Milan contro il Sassuolo nell'ormai lontano ottobre 2015. In questi sei anni nessuno aveva mai messo in dubbio il suo status da titolare. Le difficoltà però sono di sicuro da mettere in preventivo quando si decide di misurarsi con una nuova sfida così difficile e l'approdo in club come il Paris Saint-Germain necessita evidentemente di un periodo di apprendistato anche per Donnarumma. Adesso il portiere campano deve attendere il momento propizio per provare a ribaltare la situazione, prima che possa pentirsi della scelta fatta.

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti