Primo turno di Coppe positivo e il calcio italiano torna 4° nel ranking Uefa

Buon primo turno di Coppe che, grazie alle Italiane imbattute in 6 incontri, permette al nostro calcio di tornare a respirare. Sorpasso al Portogallo e ci riavviciniamo alla Germania nel ranking. Bene così

Tre giorni di Coppe positivo ed il calcio italiano torna ad alzare la testa
Tre giorni di Coppe positivo ed il calcio italiano torna ad alzare la testa

Se non fosse stato per il pari del Toro (risultato comunque ottimo) per la prima volta dopo molto tempo il calcio italiano avrebbe terminato la 2 giorni di Coppe uscendo vittorioso su tutta la linea. Ad ogni modo il segnale arrivato in questi giorni è, seppur parziale, incoraggiante, specie per quel che riguarda le formazioni nostrane impegnate in Europa League, perchè pare che quest'anno il nostro calcio abbia finalmente deciso di non vivere l'impegno in questa competizione come un peso.

Il bilancio di questa 2 giorni parla di 5 vittorie e 1 pareggio e di 15 reti fatte contro le sole 2 subite. Ovviamente parlare di trionfo è esagerato, visto che siamo sollo alla prima tornata di partite europee e il Napoli è reduce dall'eliminazione dalla Champions, ma questi risultati una prima conseguenza positiva l'hanno già portata, ovvero il sorpasso ai danni del Portogallo, che ci era passato davanti (incredibile!) nel ranking Uefa poco meno di un mese fa, dopo l'eliminazione dei Partenopei per mano del Bilbao. Il sorpasso è stato possibile grazie agli ottimi risultati delle nostre squadre e a quelli negativi delle Portoghesi: il calcio lusitano ha infatti chiuso questa prima tornata di match europei con una sola affermazione (quella del Porto), un pari e tre sconfitte. Tutto ciò ha fatto si che l'Italia sia riuscita a raccogliere un buon numero di punti rispetto al Portogallo e a riprendersi il quarto posto, dove ci siamo reinsediati con 55.676 punti contro i 55,549 del calcio lusitano. Certo, non cambia nulla rispetto a prima, ma quello che va sottolineato è l'ottima partenza del calcio nostrano in Europa, cosa che non accadeva da anni. Per capire quanto di buono abbiamo fatto basti pensare che solo il calcio spagnolo è partito meglio di noi e che quello teutonico e quello inglese sono andati decisamente peggio.

La Spagna, che come detto è partita al solito molto forte, rimane saldamente in testa con un punteggio di oltre 84 punti. Poi ci sono Inghilterra e Germania, che ci distaccano ancora di parecchio. Tuttavia va segnalato come per la prima volta, proprio nei confronti del calcio che ha espresso la nazionale campione del mondo in Brasile abbiamo accorciato le distanze. Inoltre, detto del controsorpasso nei confronti del calcio lusitano, non si può non mettere l'accento su come questa buona partenza abbia consentito al nostro movimento di tenere a debita distanza il calcio transalpino e quello russo, con il primo che è apparso in netta difficoltà. Quello che ora si spera è che le squadre impegnate in Europa League non la snobbino, perchè potrà sembrare strano, ma a causa delle particolari regole nel calcolo dei punteggi Uefa è proprio dall'Europa di seconda fascia che potrebbe passare la risalita nel ranking Uefa con conseguente recupero del diritto a piazzare 4 squadre in Champions.

Commenti