Roma, ci pensa Mayoral. E ora l'Inter

Doppietta e rigore procurato per l'ex Real, Fonseca a -3 dal 2° posto

Terza vittoria di fila per consolidare il posto sul gradino più basso del podio del campionato e ora nel mirino c'è l'Inter. Con un possibile aggancio nel lunch match di domenica all'Olimpico, in attesa del derby con la Lazio in un insolito venerdì sera (il 15). L'allenatore Fonseca arriva in extremis a Crotone dopo un tampone negativo (esame resosi necessario per l'incontro con il ds Tiago Pinto, contagiato dal Covid), la Roma riceve notizie confortanti sul brutto incidente capitato all'ex portiere e ora dirigente giallorosso Morgan De Sanctis - è in terapia intensiva ma non in pericolo di vita -, in campo il 23enne ex Real Madrid Borja Mayoral si dimostra un validissimo vice Dzeko segnando due gol - la prima doppietta in A - e conquistandosi il rigore che chiude la sfida in 35 minuti.

Insomma, tutto secondo copione. Quando gioca di mercoledì, la Roma non sbaglia un colpo (8 successi in altrettante gare in A) e con le neopromosse dalla B vanta un filotto di 25 vittorie consecutive. Infine, a testimonianza dell'ottimo approccio alle partite, per la terza volta in stagione la truppa di Fonseca segna tre gol nel primo tempo (era già accaduto con il Parma in casa e a Bologna) e con 22 reti realizzate nei 45 minuti iniziali ha fatto meglio di tutte le squadre dei Top 5 campionati d'Europa. Numeri importanti che non possono far dormire sonni tranquilli all'Inter e a Conte che fra tre giorni difenderanno il secondo posto dall'assalto giallorosso. «Giocheremo per vincere, come facciamo in tutte le partite», promette Fonseca. Anche se nelle sfide con le big del torneo (inserendo anche il Sassuolo) i giallorossi non hanno mai conquistato un successo, rimediando solo tre pareggi e due sonore batoste da Napoli e Atalanta.

A Crotone il tecnico lascia fuori Pellegrini, Dzeko e per la prima volta in stagione anche Veretout, ma il divario tecnico è talmente ampio che il match prende subito una piega favorevole. Borja Mayoral va in gol dopo otto minuti, fa il bis al 29' con un eurogol da 20 metri e poi manda sul dischetto (35') Mkhitaryan che sigla la terza rete. L'armeno, con otto gol e sette assist in 16 gare di campionato, in Europa è dietro solo a Harry Kane del Tottenham (10+11) e a Bruno Fernandes del Manchester United (11+7). Ai pitagorici resta solo la soddisfazione del gol di Golemic - già a segno contro l'Inter a San Siro domenica scorsa - che è anche l'unico concesso dalla Roma al Crotone in cinque sfide di serie A. E domenica assalto alla seconda piazza, con un occhio al mercato.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.