Sacchi: "Marquez un provocatore, Rossi resta un campione"

L'opinione di Arrigo Sacchi: "Rossi è un grandissimo campione e lo sarà sempre. Purtroppo non ha saputo contenersi di fronte ad una provocazione, in cui si percepiva l’odio, l’astio"

Sacchi: "Marquez un provocatore, Rossi resta un campione"

"Marquez è stato un grande provocatore ed è riuscito a far compiere un errore al grande Rossi". Così Arrigo Sacchi al programma di Radio2 Un Giorno da Pecora su quanto avvenuto tra i due piloti nel Gp della Malesia di MotoGp.

"Rossi non avrebbe dovuto reagire così? Rossi è un grandissimo campione e lo sarà sempre. Purtroppo non ha saputo contenersi di fronte ad una provocazione, in cui si percepiva l’odio, l’astio", ha detto Sacchi.

Anche un altro allenatore si è schierato dalla parte del Dottore. "L’incidente? Non l’ho visto, ma tifo Valentino", ha detto Roberto Mancini. "Ci sono uomini e piccoli bambini", è la frase postata da Marco Materazzi con il lancio dell’hashtag difendiamoVale46’. E Paolo Rossi lo ha spronato così: "Vai in Spagna e fai come l’Italia dell’82, che diventò campione del mondo".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti