Se "Wagatha Christie" gioca in tribunale

Resa dei conti tra le mogli di Rooney e Vardy per storie false circolate in rete

Se "Wagatha Christie" gioca in tribunale

Wagatha Christie. Quando vogliono, e vogliono spesso, i quotidiani tabloid inglesi sanno coniare soprannomi fulminanti. Wagatha Christie altri non sarebbe che Coleen Rooney, moglie di Wayne, improvvisatasi investigatrice come sarebbe piaciuto alla giallista Agatha Christie, tre anni fa, per una vicenda che ora la vede opposta in tribunale a Rebekah Vardy, moglie di Jamie e dunque altra Wag, l'acronimo - wives and girlfriends, mogli e fidanzate - esploso nel 2006 quando nella località tedesca di Baden-Baden le capitane non giocatrici della nazionale inglese di Sven-Goran Eriksson diventarono fenomeno di costume.

Insospettita dalla pubblicazione sul quotidiano The Sun di notizie che la riguardavano, e che parevano estratte dalle Storie di Instagram pubblicate sul suo profilo privato, la Rooney aveva escogitato un rimedio al tempo stesso semplice e sofisticato: aveva cioé creato contenuti visibili a rotazione solo ad una delle 300 tra aziende e persone che la seguono, e nel momento in cui era stata pubblicato dal Sun un fatto reso accessibile solo alla Vardy, la Rooney aveva annunciato su Twitter il nome della presunta traditrice con un tono simile a quello con cui viene svelato il nome del vincitore di Masterchef. La Vardy aveva negato responsabilità e portato in tribunale l'ex amica, vincendo nel novembre del 2020 la prima causa, ma da pochi giorni è ripreso un processo per la querela sporta sempre da Becky', decisissima a ripulirsi da qualsiasi sospetto.

La gente sta seguendo con una miscela di attrazione e repulsione: il pettegolezzo vende sempre ma molti si rendono anche conto che alla fine si tratta di due milionarie le cui vicende dovrebbero scomparire di fronte a questioni di ben altro spessore. Il bello è che gli avvocati hanno cercato in tutti i modi di evitare questa fase giudiziaria, ritenendola non solo dispendiosa ma anche dannosa per l'immagine delle due, imprenditrici nel campo della moda e della cura della persona, ma non c'è stato nulla da fare. In tutto questo, per fortuna si gioca anche: la corsa al titolo di Premier League vale solo per il Manchester City, domani impegnato sul campo del West Ham, mentre oggi a Wembley il Liverpool cerca intanto di conquistare il secondo dei quattro potenziali titoli del 2021-22, nella finale di Coppa d'Inghilterra a Wembley, contro il Chelsea.

Commenti