Sogni da Luna Rossa nel Sol Levante

La vela azzurra a Tokyo vuole ripetere le imprese del team Prada

Sogni da Luna Rossa nel Sol Levante

Gli ottavi di finale nel surf (senza vela) del giovane Luca Fioravanti impegnato contro il peruviano Lucca Mesinas (questa mattina alle 8.30) ci ricordano che anche sul mare si svolgono delle specialità olimpiche. Oltre alla tavola dall'edizione di Parigi vedremo anche kite surf. Ad inaugurare le regate (quelle con la vela) sono state tre classi importanti: le due tavole a vela RS-X dove vediamo impegnati in zona bronzo Marta Magetti e Mattia Camboni. Nel Laser Radial (si dovrebbe dire Ilca 6 dopo una lotta su brand e progetto) corre l'esperta Silvia Zennaro, già presente a Rio e che ora naviga attorno alla 15 esima posizione.

Chi scenderà in acqua con il sogno di arrivare su Luna Rossa è l'equipaggio misto del Nacra 17 foiling composto da Ruggero Tita e Caterina Banti. Il Nacra somiglia alle barche di Auckland per il fatto che si alza sull'acqua in velocità e richiede riflessi e preparazioni simili. E Ruggero a dire il vero una gita a Cagliari a bordo di Luna Rossa l'ha già fatta qualche anno fa, prima di dedicarsi anima e corpo all'obiettivo olimpico. I loro risultati, tre europei e un mondiale, accendono le aspettative per una medaglia. Diciamo che nel team di Max Sirena sempre alla ricerca di talenti il posto è caldo, soprattutto se arriva la medaglia e conferma anche in condizioni difficili il talento espresso in questi anni. Il sogno della Coppa America resta l'obiettivo di molti, se una volta la Coppa era un territorio per espertoni solidi di nervi adesso contano anche i riflessi, la preparazione tecnica, l'assuefazione alla velocità. In poche parole la gioventù.

Tita Banti potrebbe non essere l'unico equipaggio con questa ambizione, a completare la pattuglia degli equipaggi schierati dalla Federazione Italiana Vela ci sono i due equipaggi della barca considerata storica e nobile, il 470 con l'equipaggio femminile Elena Berta e Bianca Caruso e il maschile con Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò. L'Italia purtroppo è rimasta fuori dalle selezioni (non solo per carenza di equipaggi ma anche per logiche di selezione) in tre classi importanti: nel singolo maschile pesante ovvero il Finn, nell'Ilca (Laser) maschile e nel 49er. La nostra squadra di velisti è condotta dal presidente delle Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre e dal tecnico Michele Marchesini.

Commenti