Italia-Inghilterra, le pagelle degli inglesi

Sturridge vero pericolo, Rooney magro non punge

L'Inghilterra schierata da Hodsgon contro l'Italia

5 HART Al momento non sembra scalzare dal trono i suoi illustri predecessori. Ferma in due tempi una conclusione centrale di Candreva dalla lunga distanza, non vede il rasoterra di Marchisio, sfarfalleggia sul numero di Balotelli. Forse bisognava provarci di più.

5,5 JOHNSON Efficace ma grezzo, gran fisico, ferma Chiellini senza patemi, spazza senza ritegno. Prima di arrivare in Brasile si è sottoposto a uno scrupoloso esame del Dna per migliorare attraverso una dieta specifica le sue performance. Da rivedere con uno che lo punta.

5 CAHILL Gioca con Mourinho, a 28 anni è alla prima esperienza in un mondiale e denuncia l'emozione. Con Balotelli sono rimpalli, takle fortuiti, una volta vince e l'altra perde. Sul colpo di testa di Balo del 2-1 perde fragorosamente. Senza John Terry diventa uno qualunque.

6 JAGIELKA Buona intesa con Cahill fino a ieri sera. Nel finale del primo tempo toglie dalla rete il pallonetto a giro di Balotelli, un gesto dal valore inestimabile.

6 BAINES Classico terzino di fascia, buona corsa, bel sinistro, recuperi eccellenti, insomma banale. Candreva se lo beve nell'azione del 2-1. Nel finale esalta Sirigu con una punizione velenosa.

5 HENDERSON È uno degli sbarbati di Hodgson, si vede al 5' con un esterno destro che Sirigu ferma in tuffo. Poi viene risucchiato in un anonimato avvilente (Dal 28' st WILSHERE sv).

5 GERRARD Aveva detto che questa Inghilterra è più forte di quella di due anni fa quando all'Europeo la schiantammo dal dischetto. Magari ha ragione, ma non è bastato ugualmente. Lui in lento e inesorabile declino, l'ombra di uno dei più splendidi interpreti del ruolo.

5,5 STERLING Il giamaicano vince il ballottaggio con Lallana e danza sulla palla, i nostri lo lasciano fare e lui alla fine è esausto e avvilito.

6 ROONEY Dimagrito, nel senso che gli è scesa la pancia. Il pericolo pubblico numero uno non ha mai fatto un gol al mondiale e non ha voluto smentirsi proprio contro di noi che abbiamo sempre apprezzato le sue gesta. Suo l'assist per l'1-1 di Sturridge, applausi al quarto d'ora del secondo tempo quando si fa beffa di tutti e calcia sfiorando il palo. Nel finale più dentro la squadra.

5,5 WELBECK Gioca dopo aver smaltito un fastidio alla coscia, si muove molto su entrambe le fasce ma non calcia e non trova mai la porta (Dal 16' st BARKLEY 6 Entra e impegna subito Sirigu).

6,5 STURRIDGE Il giamaicano ha segnato anche ieri, bravo è bravo, fa la punta e lavora per la squadra. A tratti solo contro la difesa azzurra, esce assalito dai crampi (Dal 35' st LALLANA sv).

6 Ct R.HODGSON Il tecnico di Croydon resta di una sportività e di una eleganza sconosciute. Va a stringere la mano a tutta la panchina azzurra prima della gara, resta dignitosamente al suo posto senza mai farsi assalire da ansie. Ha tolto l'Inghilterra dallo stantio schema della palla lunga e cross dal fondo. Gli interpreti non lo premiano ma il finale è suo e l'Italia soffre.

Arbitro: Kuipers 6 Giudica bene un mani in area di Johnson.