Il dopo Agnelli? In casa Juve spunta Del Piero

Alessandro Del Piero è il nome nuovo in casa Juventus se dovesse saltare Agnelli. Sul tavolo anche Nasi, uomo di fiducia e braccio destro di John Elkann alla Exor

Il dopo Agnelli? In casa Juve spunta Del Piero

La situazione societaria in casa Juventus è incerta e anche una figura solida come Andrea Agnelli rischia di saltare al termine della stagione. Secondo quanto riporta IlMessaggero le ipotesi sul tavolo sono molteplici con John Elkann che avrebbe individuato in Alesssandro Nasi, cugino e suo braccio destro alla Exor. Non solo, perché anche Evelina Chirstillin, dirigente Esecutivo Uefa, era un nome caldo in casa bianconera anche se la diretta interessata ha smentito categoricamente la cosa. La Chirstillin nei giorni scorsi aveva bacchettato Andrea Agnelli per l'adesione alla Super League poi rivelatasi un grande flop.

La suggestione

Secondo quanto riporta il quotidiano romano John Elkann ha intenzione di confermare Agnelli almeno fino al termine della stagione ma poi potrebbe esserci la rivoluzione. Il nome che stuzzica la fantasia del club di Corso Galileo Ferraris è quello di una vecchia bandiera, ammainata, della Juventus: Alessandro Del Piero. Il nome di "Pinturicchio" com'era soprannominato dall'avvocato Agnelli è un nome suggestivo ma al momento complicato dato che con tutta la sua famiglia abita negli Stati Uniti, a Los Angeles.

Pensare ad una convivenza tra Del Piero, in un ruolo dirigenziale ancora non ben definito, e Andrea Agnelli sembra impossibile dato che i rapporti tra i due si sono raffreddati e non poco dall'addio alla Juventus dell'ex fuoriclasse di Conegliano. L'arrivo di Pinturicchio, dunque, sarebbe subordinato dall'addio di Agnelli dopo tanti anni di vittorie ma anche di delusioni.

Il nome di Alex metterebbe d'accordo tutti, tifosi compresi ed è per questo che la proprietà starebbe riflettendo attentamente sul da farsi. Del Piero potrebbe essere affiancato da Nasi, uomo di estrema fiducia, o anche da Marcello Lippi, altro gradito ritorno, anche se per ora è tutto in fase embrionale.

La Juventus si sta giocando molto in queste ultime sei giornate di campionato, più la finale di Coppa Italia dato che anche l'allenatore Andrea Pirlo e i dirigenti Pavel Nedved e Fabio Paratici sarebbero sotto esame e in bilico. Se il tecnico di Flero dovesse fallire gli obiettivi minimi, come la qualificazione alla Champions League e la vittoria della Coppa Italia, pensare ad un suo addio per far posto ad un'altra vecchia conoscenza come Massimiliano Allegri non è affatto un'utopia.

Seconda pelle

Del Piero ha legato per intero la sua carriera alla Juventus con 19 stagioni giocate, 18 in Serie A e una in serie B: 705 presenze complessive condite da 290 reti in tutte le competizioni e ben 14 titoli messi in bacheca tra cui anche una Champions League, l'ultima vinta dai bianconeri, una coppa Intercontinentale e una Supercoppa europea. Del Piero ha anche vinto il mondiale con la nazionale allenata da Marcello Lippi. L'addio di Alex alla Juventus fu burrascoso e ritenuto ingiusto da molti tifosi con l'ex fuoriclasse del calcio italiano che andò a concludere la carriera in Australia: un suo ritorno farebbe di certo felici e contenti tutti, soprattutto i supporter della Vecchia Signora.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?