Torino, il Filadelfia riapre i battenti: il grande orgoglio granata

Riapre il Tempio che fu la casa del Grande Torino. Cairo al settimo cielo: "Costruiremo il futuro su quel campo dal leggendario passato"

Torino, il Filadelfia riapre i battenti: il grande orgoglio granata

Oggi, a 20 anni di distanza dalla sua demolizione, lo stadio Filadelfia di Torino ha riaperto i cancelli. Lo stadio fu inaugurato nel 1926 e fu la casa del Grande Torino di Valentino Mazzola per diversi anni. Per 30 anni, poi, dal 1963 al 1993, è stato il centro sportivo dove la squadra svolgeva le sedute di allenamento. Il tempio Granata è stato completamente ristrutturato e rimesso a nuovo, merito del grande impegno della Fondazione Filadelfia e di tanti volontari che hanno lavorato duramente per quest'opera.

Della Fondazione Filadelfia, tra l'altro, fanno parte il Comune della città di Torino, la Regione Piemonte, il club di Urbano Cairo e sette associazioni di tifosi. Il nuovo impianto, dalla prossima stagione, ospiterà gli allenamenti del club granata e le partite della Primavera. L'inaugurazione ufficiale dello stadio avverrà domani mattina intorno alle 10, e oggi si è svolta solo l'anteprima a cui hanno partecipato circ 600 tifosi che hanno contribuito alla ricostruzione acquistando i seggiolini al costo di 1.000 euro l'uno e cento ex calciatori e allenatori granata, tra cui Pulici e Mondonico.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti