Totti commette un fallo e gli animi si scaldano: "Era da rosso ma siccome è il Pupone..."

Durante un match di campionato di calcio ad otto l'ex capitano della Roma Totti si è reso protagonista di un fallo che ha scatenato le reazioni della squadra avversaria. Dopo poco è tornata però la calma

Francesco Totti ha appeso gli scarpini al chiodo nel 2017 a quasi 41 anni e dopo 25 anni di onorata carriera interamente legata alla Roma. Il Pupone, però, una volta ritiratosi dall'attività agonistica ha continuato a mantenersi in forma e si sta divertendo da qualche tempo a giocare a calcio ad otto dove con la sua squadra è regolarmente iscritto ad un campionato. L'ex capitano della Roma sta continuando ad incantare nonostante i 43 anni suonati ma nell'ultimo turno di campionato è stato investito dalle polemiche.

La ricostruzione

La squdra di Totti, infatti, nell'ultimo turno di campionato ha giocato contro un avversario ostico presso il centro sportivo della Longarina: il Frosinone del tecnico Otello Ippoliti. I ciociari sono riusciti a strappare un prezioso pareggio esterno per 2-2 al termine di una partita tirata, equilibrata e nervosa. Nel finale di partita un fallo di Totti ha scatenato la rabbia degli avversari. Il Pupone, infatti, nell'intento di recuperare un pallone ha allargato un po' troppo il braccio finendo per colpire il capitano del Frosinone Iannuccillo.

Totti si è subito scusato con il suo avversario ma la panchina del Frosinone ha iniziato ad inveire contro il Pupone: "Quella sbracciata è volontaria! Sarebbe un fallo da espulsione, ma l'ha commesso Totti quindi non arriva nessuna sanzione". La panchina della squadra dell'ex capitano della Roma ha però attaccato: "Lo avete riempito di calci dall'inizio della partita!".

Alcuni componenti delle due squadre sono quasi arrivati a contatto con l'ex calciatore Romondini, grande amico di Totti, e il tecnico Cancellieri che sono dovuti intervenire per bloccare un elemento della Totti Sporting Club, così come un dirigente del Frosinone è dovuto intervenire per fermare la panchina ciociara. Lo stesso Pupone è rimasto frastornato da quanto stesse succedendo e poco dopo il gioco è ripreso con gli animi che si sono finalmente rasserenati.

La nuova avventura

Nella giornata di ieri il classe '76 ha svelato che inizierà una nuova attività lavorativa: quella del procuratore. La notizia era già nell'aria da tempo ma ieri l'ex Roma ha confermato il tutto sui social: "Inizia una nuova avventura. Con orgoglio vi annuncio che ho fondato due società di consulenza e assistenza per club e calciatori che hanno sede a Roma: la CT10 e IT Scouting".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?