Vidal, party movimentato al Casinò. Lui smentisce: "Basta sporcare il mio nome"

Secondo quanto riportano i media cileni Vidal e i suoi familiari sono stati protagonisti di un party rumoroso e dannoso: "Non posso essere responsabile per quello che fanno i miei amici"

Arturo Vidal è uno dei centrocampisti più forti del mondo e non a caso è sempre stato appetito dai più grandi club europei. L'Inter di Spalletti ha provato in tutti i modi a convincere il Bayern Monaco a cederlo, ma Carlo Ancelotti è stato inamovibile: "Arturo non si muove dal Bayern". Il 30enne ex Juventus, in questo momento, si trova in ritiro con il Cile dove giocherà la qualificazione ai mondiali 2018 contro il Paraguay ma l'anti vigilia della partita è stato molto movimentata per Vidal.

Vidal, nel corso della sua carriera, ha spesso fatto parlare di se fuori dal campo e anche questa volta è stato protagonista di un episodio spiacevole. Secondo quanto riporta la radio cilena Bio Bio, le forze dell'ordine sono intervenute alle 7 del mattino per interrompere una festa organizzata dal centrocampista e dai suoi familiari al casinò Monticello di Santiago. Pare anche ben 12 appartamenti siano stati danneggiati nel corso della festa. Vidal, però, ha negato la cosa ai microfoni del quotidiano La Tercera: "Non so di cosa parlano, smentisco totalmente. Vengo in Cile, a casa mia, per giocare con la nazionale. Basta sporcare il mio nome. Oggi parlerò in una conferenza stampa. Ero nel casinò, sono stato a cena con degli amici, poi sono andato via. Non posso essere responsabile per quello che fanno i miei amici. L'allenatore mi ha chiesto che cosa fosse accaduto e gli ho spiegato senza problemi: l'ho saputo solo in mattinata".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.