Wimbledon, Berrettini vola ai quarti di finale: non accadeva dal 1998

Matteo Berrettini liquida tre set a zero il bielorusso Ivashka e vola ai quarti di finale di Wimbledon. Ad un tennista italiano non accadeva dal 1998, quando fu Sanguinetti a raggiungere tale risultato

Wimbledon, Berrettini vola ai quarti di finale: non accadeva dal 1998

Matteo Berrettini si sta confermando un grande giocatore sull'erba londinese di Wimbledon. Il tennista romano ha sconfitto il bielorusso Ilya Ivashka in tre set, in un'ora a 49 minuti di gioco, con il punteggio di 6-4, 6-3, 6-1 e vola così ai quarti di finale dove affronterà il vincente tra Alexander Zverev e Felix Auger-Aliassime.

Non accadeva dal 1998 che un italiano andasse così avanti in questo torneo, il più antico e prestigioso in assoluto: in quella circostanza fu Davide Sanguinetti a raggiungere questo risultato al pari di Adriano Panatta capace di raggiungere trale risultato nel 1979. Berrettini è il terzo della storia e ora c'è anche Lorenzo Sonego che si augura di essere il quarto della storia anche se per farlo dovrà battere Roger Federer, re incontrastato dell'erba di Wimbledon. Dopo la lezione di tennis subita due anni fa proprio da Federer, Berrettini è diventato un giocatore sicuramente più completo, più maturo e voglioso di stupire anche su una superfice veloce come l'erba.

Una partita dominata

Berrettini ha dimostrato autorevolezza contro il suo avversario a cui non ha lasciato nemmeno le briciole. In questo torneo il romano, in quattro partite disputate, ha vinto per ben tre volte per tre set a zero e per una volta, nel primo turno, per tre set a uno cedendo un solo parziale al tennista argentino Pella. Contro Ivashka è stata una vera e propria prova di forza e solo nel primo set, in teoria, c'è stata partita.

Berrettini ha infatti rubato il servizio al bielorusso nel terzo gioco ed ha poi tenuto fino al 6-4 finale. L'italiano ottiene il break anche in apertura di secondo set e arriva a condurre fino al 4-1. Matteo subisce un piccolo passaggio a vuoto e subisce un contro break ma alla fine il vincitore del Queen's, primo italiano della storia a riuscirci, si riprende e chiude la contesa in suo favore per 6-3.

Come accaduto nei primi due parziali, anche nel terzo set Berrettini ottiene immediatamente il break e alla fine sbaraglia l'avversario con un netto 6-1 finale. Ora il romano attende il vincente tra Zverev e Aliassime per tentare di approdare in semifinale: sarebbe già una mezza vittoria per il numero otto del mondo, che vuole cercare di scrivere la storia con una potenziale vittoria che avrebbe del clamoroso.

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?

Commenti