Wimbledon, Djokovic eliminato: Federer e Murray se la ridono

Novak Djokovic eliminato al terzo turno di Wimbledon. Il serbo non potrà più completare in Grande Slam. Federer e Murray sognano di arrivare in finale

Wimbledon, Djokovic eliminato: Federer e Murray se la ridono

Terzo turno maledetto a Wimbledon per Novak Djokovic che è stato sconfitto inaspettatamente da Sam Querrey, numero 44 del mondo e 28 del seeding. L’americano si è imposto per tre set a uno e ha inferto un duro colpo al campione serbo che sognava di vincere Wimbledon per nutrire la possibilità di compiere il Grande Slam, cosa riuscita a pochissimi tennisti nella storia. Per quanto riguarda gli uomini, solo Don Budge, nel 1938 da dilettante, e Rod Laver nel 1962 e nel 1969, una volta da dilettante e una volta da professionista, sono riusciti a vincere nello stesso anno Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e Us Open. Djokovic dopo avere trionfato sul cemento australiano e dopo essersi imposto per la prima volta sulla terra rossa di Parigi sognava di mettere il suo marchio anche sull’erba londinese ma un americano ha interrotto brutalmente il suo cammino.

Andy Murray, numero 2 del mondo, e Re Roger Federer, numero tre della classifica ATP, se la ridono per questa uscita di scena anticipata da parte del collega serbo e sognano ora di incontrarsi in finale. Il fuoriclasse svizzero, secondo gli incroci, avrebbe dovuto incontrare Djokovic in una eventuale semifinale, mentre il giocatore scozzese voleva incontrare il numero uno in finale per vendicarsi della cocente sconfitta rimediata al Roland Garros. Murray si è imposto solo una volta nel 2013 a Wimbledon per 3-0 contro Djokovic, mentre Federer vuole la sua ottava affermazione sull’erba londinese che manca dal 2012, proprio contro Murray. I due, dunque, potrebbero incontrarsi in finale a meno che di cadute clamorose.

Commenti