Sport

Zoff incorona Donnarumma: "Gigio il mio erede, ma occhio a Meret"

Dino Zoff ha parlato della possibilità della Juventus di raggiungere il Triplete: Allegri ha ragione nel voler procedere per gradi, solo così poi si arriva al Triplete.

per Zoff Balotelli colpevole come tutti gli altri
per Zoff Balotelli colpevole come tutti gli altri

Dino Zoff è stato uno dei portieri più forti della storia del calcio italiano, ha vestito le maglie di Udinese, Mantova, Juventus e Napoli e si è laureato campione del mondo nel 1982 con l'Italia di Bearzot. Oggi, Zoff compie 75 anni e ai microfoni di Premium Sport ha ricordato i momenti più belli della sua carriera ed ha parlato delle possibilità della Juventus di vincere il Triplete: "Sono tanti i ricordi a cui sono legato: i Mondiali, gli Europei, la coppa Uefa del '76 con la Juventus sono sicuramente i più pesanti. Triplete Juventus? Allegri ha ragione nel voler procedere per gradi. Bisogna vincere un titolo alla volta, solo così poi si arriva al Triplete. I bianconeri stanno facendo cose straordinarie: dopo cinque campionati hanno buone possibilità di vincere il sesto, ma la visione è sempre più alta".

Zoff, da grande portiere qual è stato, ha poi speso parole al miele per Gianluigi Donnarumma, portiere del Milan che ha compiuto 18 anni proprio sabato ma anche su Alex Meret, portiere dell'Udinese in prestito alla Spal: "Chi può essere lo Zoff dei prossimi 30 anni? Direi che Donnarumma, ormai, sia chiaro possa fare bene: il suo futuro sembra radioso, ma dipenderà da lui. Meret? Ne parlano bene: anche lui ha tutte le qualità per primeggiare, anche se in questo momento Donnarumma è un po’ avanti".

Commenti