Sprint degli assicurativi

Gli indici di Piazza Affari si sono ancora consolidati, rispetto all’andamento più esitante delle altre Borse europee e di Wall Street. Il progresso medio è intorno allo 0,5%, ma anche ieri è stato l’indice AllStars a guidare il rialzo, con una crescita di oltre l’1%. Aumenta anche l’attività complessiva, che ieri ha fatto registrare, in valore, oltre 6 miliardi di euro. Di nuovo protagonisti i titoli bancari, ma l’attenzione del mercato è stata rivolta anche agli assicurativi, con gli sprint di Generali (più 1,4%), Fonsai (più 1,7%) e Vittoria assicurazioni, in crescita del 2,5%. Ritorna l’interesse per Fiat (più 1,1%) che si riporta poco sotto quota 14 euro; ma crescono anche le holding Ifi privilegiate e Ifil. Segnali positivi dai telefonici, con la ripresa di Telecom e Pirelli, poco sotto l’1%, mentre la holding Camfin cresce del 2,9%. Il calo del greggio rende fluida la situazione tra gli energetici. Incerta la situazione del gruppo Pagnossin-Richard Ginori, con la riammissione in quotazione di quest’ultima. Vola Marcolin di quasi il 9% all’annuncio nell’ingresso del capitale di Luigi Abete. Il limitato flottante, ha favorito la ripresa intorno al 3% dei due titoli Saes Getters, mentre Prima industrie ha fatto un balzo di quasi il 6 per cento.

Commenti