Stanotte si dorme un'ora in più I trucchi contro il mini jet-lag

Torna l'ora solare. Questa notte le lancette degli orologi vanno spostate un'ora indietro. Tutti gli stratagemmi per assorbire la piccola sindrome da jet-lag

Milano - Torna l'ora solare. Nella notte tra oggi e domani le lancette dell’orologio vanno riportate indietro di un’ora, dalle 3 alle 2 e si dormirà un’ora in più. I dormiglioni riavranno indietro l’ora di sonno scippata nel marzo scorso, quando è entrata in vigore l’ora legale. I consigli degli esperti per "assorbire" la piccola sindrome da jet lag provocata dal cambiamento dell'ora sono di anticipare alla mezzanotte l’ora in tutti gli orologi di casa, senza aspettare le 3 di notte, fare una cena leggera cercando di organizzarsi per dormire almeno otto ore di seguito evitando di bere alcol e caffè.

Come riprendersi dal mini jet-lag
La mattina dopo una bella doccia alternata caldo-freddo, una colazione con cibi ricchi di L-triptofano come latte e banane e poi una passeggiata all’aria aperta.

Con l'ora legale si risparmia
Durante i 7 mesi di ora legale, dal 29 marzo al 25 ottobre 2009, grazie proprio a quell`ora di luce in più al giorno che permette di ritardare l`utilizzo della luce artificiale, sono stati risparmiati in totale 643 milioni di kilowattora, un valore - spiega Terna, la società responsabile in Italia della gestione dei flussi di energia elettrica sulla rete ad alta tensione - pari alla metà dei consumi domestici annui del Friuli Venezia Giulia. In termini di costi, considerando che per il cliente finale 1 kilowattora è costato, nel periodo in esame, in media circa 14,5 centesimi di euro al netto delle imposte, l`Italia ha risparmiato con l`ora legale 93 milioni di euro. Dal 2004 al 2009 il risparmio complessivo del Paese è stato di 3,7 miliardi di kilowattora, pari ad un valore di circa 500 milioni di euro.

Tutto è iniziato nel 1916 In Italia l’ora legale è stata adottata per la prima volta nel 1916, dal 3 giugno al 30 settembre. Sospesa nel 1920, tornò in auge nel 1940 e negli anni del periodo bellico, e vi rimase fino al 1948, anno in cui venne nuovamente abolita. L’adozione definitiva risale al 1966, in concomitanza con la crisi energetica. Sono ormai quasi tutti i paesi industrializzati che, proprio in virtù dei risparmi possibili, hanno adottato l’ora legale, secondo un criterio di fissazione delle date di inizio e fine il più possibile coincidenti, soprattutto per non complicare gli orari degli aerei. Ma c’è anche qualcuno che, come il Giappone, non aderisce all’ora legale. Le lancette non si spostano neanche in gran parte del resto dell’Asia e in Africa.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.