Sul muro del Macro di Testaccio Eolo diventa il dio della street-art

È un progetto di design urbano quello di Ozmo, uno dei più importanti street artist italiani, che possiamo vedere sino alla fine di maggio in uno dei quartieri romani di maggiore fermento artistico in questo momento, Testaccio. Si chiama «Absolut wallpaper», il progetto di Absolut Company, che dopo essere stato protagonista a Milano approda ora nella capitale. A Ozmo è stato chiesto di trasformare uno dei muri prospicienti l’ingresso del Macro al Mattatoio in qualcosa di unico e di spiazzante. L’artista si è cimentato quindi in un lavoro che ha richiesto diversi giorni di preparazione, e che ha prodotto un risultato piuttosto innovativo anche dal punto di vista iconologico. Seguendo quelle che erano state le idee guida più interessanti pervenute alla community on line del sito www.absolut.it, l’artista ha realizzato un grande volto di Eolo, il dio dei venti, che soffia creando così una immensa visione, con immagini, frasi, oggetti, che rappresentano i sogni e di desideri di tutti. Un’idea fantastica e onirica delle aspettative di molti che si troveranno a passare e che lo osserveranno. Dice lo street-artist a proposito del suo intervento: «La condivisione e il remixaggio di fonti, l’appropriazione indebita e l’intervento site specific fanno parte della mia pratica artistica. Ricontestualizzando sul famoso muro il «mondo» di proposte pervenute dalla grande community web attraverso il sito di Absolut, intrecciandole, mischiandole o contrapponendole tra di loro, ho così plasmato e concepito il mio Absolut World».
Info: Ozmo. Piazza Orazio Giustiniani, ex-Mattatoio al Testaccio

Commenti