Super ricercato Polizia indonesiana stringe il cerchio sul Bin Laden d’Asia

L’Osama bin Laden del sudest asiatico, il super ricercato Noordin Mohamed Top potrebbe essere in trappola. La polizia indonesiana sta tentando di stabilire se il terrorista malaysiano - ritenuto responsabile tra l’altro delle ultime bombe agli hotel a Giakarta - sia tra i cinque uomini catturati durante un’operazione nel distretto di Temanggung, nella parte centrale dell’isola di Giava. Gli arresti sono scattati dopo che gli agenti hanno circondato un’abitazione nel villaggio di Beji e avviato uno scontro a fuoco con alcuni militanti. Noordin è uno degli uomini più ricercati del sudest asiatico e sulla sua testa pende una taglia di 100mila dollari. È sospettato di essere coinvolto negli attacchi sferrati il mese scorso contro due alberghi di Giakarta e nella strage di Bali che nel 2002 fece 202 morti, in gran parte occidentali. Noordin potrebbe essere anche dietro agli attentati contro il Marriott di Giakarta del 2003, contro l’ambasciata australiana dell’anno seguente e contro una serie di ristoranti di Bali del 2005. L’uomo avrebbe anche provveduto a finanziare e reclutare militanti per il gruppo terrorista Jemaah Islamiah, legato al network di Al Qaida. Nato nel 1968 è considerato dall’Fbi «un reclutatore addestratore ed esperto di esplosivi». Il suo maestro è stato Azahari Husin soprannominato «demolition man» per l’abilità nel confezionare ordigni distruttivi. Nel 2006, quest’ultimo è rimasto ucciso in un raid dell’antiterrorismo, mentre Top riusciva miracolosamente a fuggire.

Commenti