Arriva il primo iPhone pieghevole: ecco quando

Apple ritarda sul suo competitor e aspetta la maturazione del mercato per lanciare il suo iPhone pieghevole con caratteristiche top di gamma

Arriva il primo iPhone pieghevole: ecco quando

Il primo iPhone pieghevole potrebbe arrivare già nel 2023. A rivelarlo è Ming-Chi Kuo, uno dei più attendibili analisti finanziari del settore, che secondo quanto riportato da MacRumors, ha rivelato una lunga serie di dettagli che confermano l'impegno concreto di Apple nello sviluppo di uno smartphone con schermo flessibile OLED, il primo per la casa di Cupertino. Se ne parla da molti mesi, da quando Samsung e altri brand hanno presentato i loro modelli fold, ma finora non erano stati resi noti particolari credibili sulla struttura del modello pieghevole di Apple.

Display widescreen

Le prime indiscrezioni raccontano di un pannello di ampie dimensioni da 8 pollici con risoluzione QHD+, un formato widescreen che può vantare una risoluzione leggermente superiore rispetto a quella standard da 2560×1440 pixel. Apple sta facendo uno sforzo non indifferente in tal senso, per offrire agli utenti la qualità cinema sui suoi schermi, utilizzando il rapporto 2:1 per una migliore esperienza di visione. Ming-Chi Kuo sostiene di sapere anche che il pannello sarà fornito da Samsung Display (SDC) mentre l'unità di controllo da Samsung Foundry. Una scelta coraggiosa da parte di Apple affidarsi completamente al suo concorrente nord-coreano, che in questo modo andrà a consolidare la sua posizione di leader del mercato di riferimento. Ma la verà novità di Apple sarà la tecnologia touch a nanofili di argento di TPK. Una tecnologia più evoluta rispetto a quella Samsung, che offrirebbe però migliori prestazioni.

Apertura a conchiglia

Una delle novità più importanti, oltre alla tipologia di display, riguarda la modalità di apertura del dispositivo. Stando alle indiscrezioni rivelate da Jon Prosser, che è uno dei leaker Apple più informati e noti, l'azienda californiana pare non abbia intenzione di utilizzare il sistema "fold", ossia a libro. Al momento questo è quello più utilizzato per gli smartphone di questo tipo ma pare che a Cupertino siano intenzionati a optare per una più innovativa e originale apertura a conchiglia.

La strategia Apple

Apple arriva in ritardo sul mercato rispetto ad altri brand ma questo non è necessariamente uno svantaggio, anzi. Infatti, L'azienda di Cupertino ha deciso di attendere il 2023 per trovare al suo arrivo un mercato abbastanza maturo, dove gli smartphone pieghevoli hanno già rotto il ghiaccio. Samsung ha preferito giocare d'anticipo e per il momento la strategia sta pagando, anche perché è (quasi) l'unico player. Il sistema "pieghevole", sempre stando a quanto sostiene Minh-Chi Kuo e a quanto prospettano anche altri analisti potrebbe avere solo il suo trampolino di lancio nel mondo smartphone per poi estendersi anche ai tablet e, addirittura, ai computer portatili, anche grazie ai nanofili d'argento.

Commenti