Galaxy Note 20 e Note 20 Ultra, ultimi smartphone della loro stirpe?

La linea Galaxy Note di Samsung potrebbe essere giunta al capolinea: il colosso coreano starebbe pensando di non regalare eredi al Galaxy Note 20 e al Note 20 Ultra, ecco perché

L’iconica serie di smartphone Galaxy Note del colosso tecnologico coreano Samsung potrebbe essere giunta al capolina, lasciando senza eredi i modelli Galaxy Note 20 e il Note 20 Ultra. L'indiscrezione filtra da Reuters, a cui fonti attendibili avrebbero rivelato come non siano previsti piani per lo sviluppo di un Note per il 2021.

La decisione potrebbe essere stata una conseguenza del drastico calo della domanda di device di fascia alta, dovuta all'epidemia di Covid. Secondo stime elaborate dalla stessa Samsung, le vendite dei Galaxy sarebbero in flessione, con una riduzione di trecentomila unità, per un totale di seicentomila smartphone prodotti rispetto ai novecentomila previsti.

La decisione di sfoltire l'offerta di cellulari di alta gamma potrebbe essere stata ipotizzata anche per le non esaltanti performance commerciali di questi modelli, introdotti il 5 agosto di quest'anno, in piena pandemia.

Un altro elemento da considerare sarebbe la compresenza, nello stesso range di prezzo - intorno ai 1.000 dollari americani - degli smartphone della serie Galaxy S e dei più recenti Z Fold. Samsung vorrebbe evitare un possibile cannibalismo interno tra i device, sovrapponibili per funzionalità, schermi e performance.

Gli smartphone della gamma Galaxy Note, fin dalla loro presentazione nel 2011, avevano rappresentato un cambiamento dirompente, introducendo alcune novità rilevanti come la penna capacitiva integrata (S-pen) che permetteva di interfacciarsi con un display di 5.3 pollici in alta definizione, tra i più grandi ai tempi disponibili. La possibilità di prendere appunti come su un block notes era una funzione di certo apprezzata da manager, professionisti e uomini d'affari. Le innovazioni tecnologiche introdotte avevano avuto un impatto molto positivo, tanto da permettere al gruppo di Seul di sopravanzare Apple al primo posto tra i produttori di smartphone di quell'anno.

I cellulari della famiglia Galaxy si andavano a posizionare nella fascia più alta del mercato, rappresentando l'eccellenza tecnologica e adottando quanto di meglio Samsung aveva saputo creare in termini di fotocamere, processori e prestazioni complessive.

L'abbandono dei modelli Galaxy Note libererebbe delle risorse, che gli ingegneri coreani farebbero confluire sullo sviluppo e l'affinamento del software degli altri prodotti top di gamma, in particolare degli smartphone della serie Z Fold. Qualunque sia il destino dei Galaxy, gli amanti della S-pen potranno comunque dormire sonni tranquilli, dato che la penna touch capacitiva sarà con molta probabilità riproposta sui dispositivi della gamma Galaxy S21 Ultra e sulla nuova famiglia di telefoni pieghevoli Z Fold 3.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.