Google, il traduttore diventa interprete simultaneo

Big G ha perfezionato il sistema di traduzione, che ora offre la possibilità di conversare in tempo reale con uno straniero senza conoscerne la lingua: basta un click

Google, il traduttore diventa interprete simultaneo

Una cosa nuova che i nostri smartphone potranno fare? Saranno, grazie a Google, degli interpreti simultanei.

Mountain View alza l’asticella, implementando il servizio di Google-Translate (forte di circa 90 lingue). E non dite che non avete mai utilizzato la piattaforma poliglotta del motore di ricerca per aiutarvi in qualche traduzione: sarebbe una bugia.

Dallo scritto al tempo reale del parlato. L’applicazione in fase di messa a punto permetterà, con un semplice tocco, di registrare la voce straniera e tradurla, nero su bianco, nella propria. Certo, come per il sistema tradizionale la trasposizione degli idiomi non è perfetta (anzi), ma permette comunque di avere un’idea generale del significato. Il che, in determinate situazioni, può bastare e avanzare. Skype ne è stato il pioniere, seppur con il solo inglese e spagnolo.

Come spiega Barak Turovsky, product manager di Google Translate, il potenziamento del servizio di traduzione è stato pensato per rendere meno difficile la comunicazione quanto si viaggia in terra straniera. Nella sua nota esplicativa si legge che grazie a Word Lens “l’applicazione permette già di scattare una foto del testo che si vuole tradurre ottenendo una decodifica in 36 lingue. Ora stiamo passando al livello successivo: basterà puntare l’obiettivo per ottenere, sovrapposto all’originale, il testo tradotto sullo schermo, così da sapere cosa c’è scritto sulle indicazioni in una strada di campagna italiana o sul menù di un ristorante a Barcellona. E il tutto funziona anche senza essere connessi a Internet”.

Ma ecco la grande novità degli aggiornamenti ormai prossimi per iOS e Android: “Quando si parla con uno straniero la conversazione è, di solito, molto lenta. Bene, le nostre modifiche rendono il flusso dello scambio più veloce e naturale”. In che modo? “Basterà toccare il microfono per attivare la modalità della traduzione vocale, mentre con un nuovo click il Google Traduttore farà il resto (riconoscendo la lingua di partenza) per il resto del dialogo”. Non resta che provare.

Commenti