Tecnologia

Apple cede: come cambia l'icona sull'iPhone

L’indicatore della percentuale di carica della batteria degli iPhone, ritornato disponibile con iOS 16, non piace a molti utenti e Apple ha deciso di migliorarlo con uno più dinamico

Apple cede: come cambia l'icona sull'iPhone

Una delle funzioni di iOS 16 più apprezzate dagli utenti non è una novità ma un ritorno, ossia la possibilità di vedere la percentuale di carica della batteria, presente in versioni precedenti del sistema operativo degli iPhone e poi tolta, fino a essere acclamata a gran voce, e quindi reintrodotta con la nuova versione rilasciata lo scorso 12 settembre.

Un gradito ritorno che, però, non soddisfa ancora i possessori di un iPhone, tant’è che anche il direttore del sito specializzato Engadget ha chiesto uno sforzo supplementare. Apple ha accolto le richieste degli utenti e ha annunciato che, con il rilascio di iOS 16.1, verranno introdotti degli accorgimenti.

L’indicatore della batteria

Può sembrare cosa di poco conto e, invece, è stato acclamato a gran voce dal 2017, anno in cui è stato tolto per lasciare maggiore spazio al notch, quella "tacca" scura che occupa il centro della parte superiore dei display che serve a ospitare sensori e videocamere. Neppure il fatto che la percentuale di carica della batteria fosse visualizzabile dal Centro di controllo, (al quale si può accedere scorrendo con un dito dall’angolo superiore destro verso il centro del display) oppure mediante appositi widget, ha sedato gli animi degli irriducibili.

Con iOS 16 Apple lo ha introdotto nuovamente, non incontrando però il favore di tutti gli utenti. Nella sua versione attuale, infatti, l’icona che indica la percentuale di carica della batteria è statica fino a quando non raggiunge il 20%. Una situazione che non restituisce immediatamente una proiezione puntuale della carica e che obbliga gli utenti a prestare una maggiore attenzione. Nella versione beta di iOS 16.1 è apparsa un’icona dinamica, il cui riempimento diminuisce con il progressivo consumo della batteria fino a diventare rossa quando scende al di sotto del 20% di carica.

La beta due include anche una modifica alla schermata di blocco che rende visibile la percentuale della batteria quando il telefono è sotto carica.

Sembra quasi un controsenso che la staticità dell’icona della batteria abbia fatto più rumore rispetto al fatto che, la reintroduzione della percentuale di ricarica fornita con iOS 16, abbia snobbato gli iPhone XR, gli iPhone 11, gli iPhone 12 mini e i 13 mini, telefoni sui quali il nuovo sistema operativo può essere installato.

Corsa all’aggiornamento

Dopo avere corretto un bug in FaceTime e avere rilasciato una patch in tutta rapidità e, dopo averne rilasciata un’altra per rimediare a un problema al comparto fotografico intervenuto nell’uso di applicazioni di terze parti, Apple si accinge a rilasciare iOS 16.1 – ovvero un aggiornamento un più corposo rispetto ai due precedenti – anche se la data in cui sarà disponibile non è ancora nota.

Commenti