Prysmian Group, eccellenza nel business sostenibile

Prysmian Group si conferma un motore virtuoso per l'innovazione: merito dell'attenzione non solo ai prodotti, ma anche all’ambiente, e a tutti i propri stakeholders

Prysmian Group, eccellenza nel business sostenibile

Prysmian Group, il leader mondiale nel settore dei cavi e dei sistemi per l'energia e le telecomunicazioni, rinnova il proprio impegno nello sviluppo sostenibile. Il Gruppo conferma e amplia un percorso virtuoso attivo da più di un lustro, rafforzando il proprio impegno verso una comunicazione chiara e trasparente rispetto alle proprie attività.

Un proposito, questo, che ha permesso a Prysmian di investire nella ricerca di prodotti sostenibili, rafforzare la crescita delle risorse umane, partecipare a iniziative di pubblico interesse e, fatto non meno importante, limitare l'impatto ambientale sia dei prodotti che delle attività produttive.

La strategia

Giorno dopo giorno Prysmian contribuisce significativamente allo sviluppo di infrastrutture per l'energia e le telecomunicazioni vitali per il pianeta. Dal cablaggio dell'edificio più alto del mondo all'installazione del cavo sottomarino più in profondità, il Gruppo risponde alle esigenze del settore in ogni continente e in diversi campi industriali.

La strategia di sostenibilità adottata dal Gruppo si concentra su tematiche chiave quali l'innovazione tecnologica e sostenibile, la responsabilità ambientale dei processi produttivi, la gestione delle relazioni con le comunità locali nelle quali Prysmian opera, l'attenzione alla sicurezza sul lavoro e allo sviluppo delle persone. La sostenibilità ricopre un ruolo centrale per il Gruppo Prysmian, che promuove un modello di business responsabile operando secondo una filosofia incentrata sui principi di Eccellenza, Integrità e Comprensione.

L'impegno verso la salvaguardia dell'ambiente e la conservazione delle risorse naturali è essenziale per la creazione di un valore aggiunto ambientalmente sostenibile, a vantaggio sia dell’azienda sia dei suoi stakeholder. Tale approccio trova espressione non solo nelle caratteristiche intrinseche del prodotto, ma anche nella gestione dei sistemi produttivi, orientata alla prevenzione e riduzione dell'impatto ambientale attraverso, ad esempio, l’utilizzo efficiente delle risorse naturali, la sostituzione dei materiali inquinanti, l’ottimizzazione dei flussi logistici, la gestione responsabile dei rifiuti e la gestione sostenibile della propria filiera. Ruolo chiave nella strategia del Gruppo è svolto dalla valorizzazione del capitale intellettuale e del talento nel raggiungimento di obiettivi di redditività e di creazione di valore: le persone sono la risorsa più importante per creare, all’interno di un'organizzazione globale come Prysmian, quella coesione necessaria per poter competere ai massimi livelli nei settori di appartenenza, proseguendo nell’obiettivo di generare valore sostenibile e durevole nel tempo.

Bilancio, Indici e Riconoscimenti

Lorenzo Caruso, Prysmian

In uno scenario in continua evoluzione, Prysmian ha scelto di rafforzare il proprio impegno verso una comunicazione sempre più chiara, trasparente e completa delle proprie attività, proseguendo il percorso avviato nel 2010 con la pubblicazione del primo bilancio Ambientale. Come rendicontato nell’ultimo Bilancio di Sostenibilità redatto secondo le guidelines G4 del GRI che aumentano l'ampiezza e la profondità degli argomenti trattati ponendo particolare attenzione alle tematiche ritenute materiali per il Gruppo e i suoi stakeholder, Prysmian ha ulteriormente rafforzato il proprio impegno, in particolare attraverso la più puntuale analisi dell'impatto delle proprie attività, l'adozione di ulteriori KPI e nuove policy, il miglioramento della disclosure e la realizzazione di iniziative di stakeholders engagement.

"Come Gruppo multinazionale che opera in vari mercati in tutto il mondo abbiamo iniziato a discutere queste tematiche una decina di anni fa, partendo a livello di reporting nel 2009 con un bilancio ambientale" - spiega Lorenzo Caruso, Corporate and Business Communications Director di Prysmian. "Col tempo ci siamo strutturati sempre di più, facendo crescere il nostro impegno in termini di processi, azioni e conseguentemente di rendicontazione. Oggi la sostenibilità in Prysmian è correlata a tutte le attività operative e di business, dalla governance all’innovazione, dalle operations alle attività finanziarie, e la sua strategicità è dimostrata da una governance che attribuisce al Consiglio di Amministrazione le decisioni sulle azioni da intraprendere”.

Il miglioramento delle performance di sostenibilità è testimoniato dal miglioramento di 10 punti nell'assessment del Dow Jones Sustainability Index, uno dei più affidabili indici internazionali sul fronte del business sostenibile, comprensivo di oltre 2.900 aziende e della loro valutazione finanziaria a livello mondiale. A questo traguardo, che ha garantito il quarto posto nel settore “Electrical Components & Equipment”, si aggiungono gli ottimi risultati registrati nel CDP Climate Change Report 2016, oltre all'inserimento nel FTSE4Good, l'indice delle imprese dall'eccellente gestione etica e sostenibile, nello Stoxx Global ESG Leaders Index, incentrato su un panel di aziende mondiali d'eccellenza sul fronte dei temi ambientali, di governance e sociali, nonché nel Carbon Clean 200. "Il nostro Piano di Sostenibilità si ispira direttamente agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile al 2030 dell’ONU - conclude Caruso - e si pone degli obiettivi quali-quantitativi di medio-lungo periodo che mettono a terra una strategia che anno dopo anno punta a ottenere risultati sempre più impegnativi e condivisi”.

Creazione di valore

La creazione e distribuzione del valore per i propri stakeholder è un impegno costante di Prysmian. Il valore economico generato durante l'ultimo esercizio ammonta a 1.580 milioni di euro, pari al 21% circa dei ricavi consolidati. Ruolo primario nell'ampia panoramica di stakeholder del Gruppo è rappresentata dai dipendenti, ai quali Prysmian ha dedicato il programma YES, acronimo di Your Employee Shares, un Piano di azionariato lanciato nel 2013 e appena rinnovato per un altro triennio. Il piano, comune a molte società quotate in borsa, offre la possibilità ai dipendenti della Società di entrare in possesso di una parte dell’azienda, dando l'opportunità di diventare proprietario di una parte del Gruppo Prysmian con uno sconto fino al 25% rispetto al valore (o prezzo) di mercato. L'obiettivo è far sì che tutti i dipendenti possano approfittare di YES, in particolare quanti in genere non considerano la possibilità di investire in azioni. Ad oggi oltre il 40% dei dipendenti del Gruppo è azionista con una quota vicina all’1% del capitale e 17 milioni di euro investiti.

Governance

Recentemente il Gruppo ha voluto integrare maggiormente le istanze della sostenibilità nelle proprie attività aziendali. Il Consiglio d'Amministrazione - accogliendo la necessità di inglobare le questioni sostenibili nella gestione dei processi aziendali, così come suggerito dal Codice di Autodisciplina delle Società Quotate – ha affidato al Comitato per la Remunerazione e le Nomine il compito di supervisionare i temi sostenibili. È stato quindi costituito il Sustainability Steering Committee, un gruppo di lavoro dedito alla discussione delle linee guide strategiche in fatto di sostenibilità che si occuperà anche di monitorare le aspettative degli stakeholder, aumentarne l'engagement e assicurare la comunicazione più trasparente possibile. Inoltre, Prysmian ha voluto impostare le proprie strategie sui Sustainable Development Goals, lanciati dalle Nazioni Unite nel gennaio di quest’anno, per assicurare il rispetto e la compliance di tutti gli obiettivi globali in termini di sviluppo.

2015: la sostenibilità in pillole

L'esercizio 2015 di Prysmian è stato positivo in termini di sostenibilità.

Sul fronte ambientale, il Gruppo ha raggiunto l'importante obiettivo di ridurre di 7,8 punti percentuali, rispetto all'anno precedente, l'emissione di sostanze lesive per l'ozono. In ottica di prodotto, Prysmian ha esteso la sua linea di cavi resistenti al fuoco Afumex Green, tanto che l'Afumex Green 1kV è oggi il più sicuro e sostenibile cavo sul mercato. Questo anche grazie all'esclusione di polietilene derivato dal petrolio per gli isolanti, preferendo invece un bio-polietilene proveniente dalla canna da zucchero, affinché non solo sia al 100% rinnovabile, ma permetta anche di ridurre sensibilmente le emissioni di CO2 in atmosfera.

Fatto non meno importante, Prysmian ha investito nella valorizzazione delle risorse umane: con un totale di 19.316 dipendenti, di cui il 96,2% assunti a tempo indeterminato, oltre a incentivare la partecipazione al programma azionario YES, come detto, l'azienda ha adottato una Diversity and Inclusion Policy contenente i principi di diversità e inclusione da applicare a tutti i dipendenti e ha lanciato una Engagement Survey con l'obiettivo di valutare il legame che esiste tra Prysmian e il suo personale. Infine, la società ha voluto pensare anche alla comunità, con un 75% di contributi di corporate citizenship e filantropia incentrati soprattutto sull'ambito dell'istruzione.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento