Le telecamere ci sono Ma per multare chi entra nei carruggi

Undici nuovi occhi elettronici a controllare e a delimitare il Centro Storico a partire dalle 00.01 del 14 settembre. Sono gli undici nuovi varchi elettronici, compresi quelli già in funzione, che delimiteranno l'accesso alla zona Ztl del centro storico, con telecamere attive per il controllo dei permessi e la limitazione degli accessi ai non autorizzati. Durante la prima settimana, la polizia municipale effettuerà un servizio di prevenzione per ricordare agli automobilisti e ai motociclisti, che le telecamere sono in funzione e che occorre essere registrati per accedere alla nuova Ztl, ossia in via Lomellini; via Cairoli; via Garibaldi; via di Porta Soprana; via Ravasco; piazza Giacomo Marina (Mura delle Grazie); vico delle Camelie; Via San Giorgio; piazza della Raibetta; vico Giannini e via del Campo. «Dal 14 settembre ha inizio semplicemente l'estensione dei varchi, che passano da due a 11 - spiega l'assessore comunale alla Mobilità Urbana, Simone Farello - e la modalità dei controlli, perché la zona Ztl, c'era già. Questo significa che gli attuali permessi Ztl restano validi fino alla loro naturale scadenza. I residenti e dimoranti e le auto munite di permessi con contrassegno disabili possono accedervi liberamente per tutto l'arco delle 24 ore. C'è poi una lista dei mezzi di soccorso e dei mezzi di sicurezza».
Contemporaneamente all'attivazione dei varchi, prenderà ufficialmente il via, anche la sperimentazione gratuita di «Mercurio», il sistema di crediti di mobilità che ha come obiettivo quello di gestire e ottimizzare la distribuzione delle merci nel centro storico. Lo stesso, che poco tempo fa ha scatenato le ire dei commercianti e dei fornitori della zona, quando hanno scoperto che agli operatori economici e ai vettori veniva attribuita una quota di «crediti di mobilità», ossia di permessi a pagamento per entrare in centro storico. Per il momento - fino al 2010 - la sperimentazione è gratuita. «L'opportunità di questo avvio, è legata all'esigenza - continua l'assessore Farello insieme al vice sindaco Paolo Pissarello - di avere un centro storico bello come quello di Genova, accessibile nel modo giusto, accessibile in maniera veicolare per chi ci abita e per chi ci lavora. In modo ordinato però. Dobbiamo renderci conto inoltre, quali siano le criticità che emergono, e iniziare a lavorare insieme ad Amt a una mobilità pubblica che permetta di poter raggiungere i parcheggi di interscambio». Gli operatori commerciali che si sono già iscritti a «Mercurio» sono 1500, su un totale di 4mila; chi invece non aderirà, pagherà degli abbonamenti per accedere alla Ztl. Ma Ascom Confcommercio, Confartigianato, Confesercenti e Cna sono tutt’altro che d’accordo con il Comune: «Chiediamo un incontro al fine di condividere, come a suo tempo concordato, i correttivi necessari, indispensabili per alleviare le imprese».