Roma, tentata estorsione in un pub. Arrestato uno dei Casamonica

Voleva 500 euro la settimane dal gestore di un locale del Tuscolano. In manette il 27enne membro della famiglia

Roma, tentata estorsione in un pub. Arrestato uno dei Casamonica

Il nome dei Casamonica torna ancora una volta a fare capolino sulle pagine dei giornali. Se prima era il funerale del capostipite della famiglia a fare notizia e poi ancora, ieri, la messa a suffragio, corredato di un momento di tensione con i giornalisti presenti, oggi a far parlare di loro è un episodio di criminalità.

Il 27enne Salvatore Casamonica è stato arrestato questa mattina, per una tentata estorsione. Avrebbe chiesto 500 euro alla settimana al gestore di un pub nel quartiere romano del Tuscolano, in cambio di "protezione". Una richiesta di pizzo che - questo avrebbe detto l'uomo messo in manette - avrebbe potuto evitare incidenti al locale o al suo proprietario.

I fatti per cui la polizia ha arrestato Casamonica risalgono allo scorso maggio. Salvatore Casamonica si era presentato una prima volta da solo ed era poi tornato con una seconda persona, ribadendo le sue richieste al titolare del pub, che però non si era lasciato intimidire, aiutato da un amico che è stato malmenato dai due.

Secondo la questura di Roma sono 82 i membri del clan Casamonica sotto controllo, "destinatari della misura di sorveglianza speciale, misure cautelari o alternative". Due hanno l'obbligo di soggiorno e dodici sono sottoposti a sorveglianza speciale. Negli ultimi anni sono stati sequestrati alla famiglia "3 milioni di euro in beni mobili e immobili".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti