Teramo, ragazzo 23enne stroncato da un pugno: fermati quattro minorenni

Un pugno alla tempia durante una rissa e la morte. Antonio De Meo, studente universitario che lavorava per l'estate in un albegro, ha perso la vita ieri sera. Fermati e interrogati quattro minorenni

Teramo, ragazzo 23enne 
stroncato da un pugno: 
fermati quattro minorenni

Teramo - Ucciso da un pugno. Un 23enne di Ascoli Piceno, Antonio De Meo, è morto nella notte a Villa Rosa di Martinsicuro, vicino Teramo, colpito in testa da un pugno durante una scazzottata. Il giovane, uno studente universitario che stava lavorando per l’estate in un albergo del posto, a fine turno ieri sera aveva raggiunto un chiosco vicino al lungomare per consumare un panino con la porchetta. Lì (era circa l’1.30) è stato affrontato da un gruppo di persone, si pensa italiani, e per motivi ancora da scoprire è nato un diverbio, quindi una scazzottata: De Meo è stato colpito ed è finito in terra esanime.

Fermati quattro minorenni
I Carabinieri di Martinsicuro stanno interrogando quattro minorenni a proposito dell’aggressione subita la notte scorsa dal giovane ucciso nella frazione di Villa Rosa. L’attenzione degli investigatori si starebbe concentrando su due dei ragazzi. L’ipotesi di reato sul quale stanno indagando gli investigatori è l’omicidio preterintenzionale. L’inchiesta è stata affidata al pubblico ministero Serena Bizzarri

Commenti