Terence Hill: «Don Matteo vivrà a lungo»

Da stasera la quinta serie della fiction sul prete detective che domani sfiderà il reality di Canale 5. Già si pensa all’edizione numero sei

Paolo Scotti

da Roma

C’è sempre un momento, nel successo d’un personaggio televisivo, in cui la popolarità del ruolo rischia di soffocare il suo interprete. È un paradosso che gli attori temono e, al tempo stesso, cercano. «Un vero attore ama provarsi in più personaggi - riconosce Terence Hill - per questo quando ne trova uno che gli assicura popolarità, teme di venirvi identificato». Timore che non coglie il simpatico attore: lui, del suo don Matteo, si dice «assolutamente soddisfatto. Anzi: innamorato». Non solo perché ha dimostrato di sapersene distaccare, al momento giusto (smesso l’abito talare e indossato quello del pastore di Sognando con le aquile vi ha ottenuto un successo indiscutibile) ma anche perché «questo personaggio ha tutte le caratteristiche umane e spettacolari per poter vivere a lungo. Io gli resto sempre molto legato».
A cominciare da stasera e domani, su Raiuno per sei prime serate, partono dunque i nuovi episodi di Don Matteo 5 che giovedì sfideranno il Grande Fratello su Canale 5: «È un compito difficile, un'impresa ardua, fronteggiare il reality - commenta il direttore di Raiuno Fabrizio Del Noce - ma Don Matteo lo ha già fatto due anni fa arrivando al pareggio. Punto più, punto meno, vogliamo raggiungere questo obiettivo anche quest'anno. Un risultato positivo c'è già: abbiamo una programmazione che ci differenzia dal competitor».
Quanto a Terence Hill è «uno dei volti di punta di Raiuno - continua Del Noce - al punto che ci diciamo pronti a varare la serie numero 6». Ma fra il «detective di Dio» e il suo interprete le analogie sono tali da porre qualche ipoteca su questo progetto: «Sono infatti in partenza per l’Africa, dove andrò per una missione umanitaria - racconta Hill - resta comunque inteso che se la Rai decidesse di proseguire le avventure del mio prete, tornerei subito». Anche considerando il fatto che Del Noce annuncia «che riguardo Terence Hill stiamo studiando anche altre idee».
Sempre prodotto da Lux Vide e Rai Fiction, girato come sempre a Roma e Gubbio e interpretato dall’affiatatissimo cast che vede il capitano Anceschi (Flavio Insinna) sempre più innamorato del sindaco Laura (Milena Miconi) e il maresciallo Cecchini (Nino Frassica) in eterno battibecco con la perpetua Natalina (Nathalie Guetta), Don Matteo 5 intreccerà ai consueti episodi gialli le vicende private dei suoi personaggi. «E finalmente, dopo interminabili tira e molla, Anceschi e Laura convoleranno a giuste nozze», annuncia (con un sospiro) lo stesso Insinna.
Una curiosità. Sia pure impegnatissimo, Terence Hill non esclude di poter tornare a formare la mitica coppia di Trinità e Bambino con l’amico-collega Bud Spencer: «Stiamo cercando la sceneggiatura adatta e non sappiamo se sarà un film o una fiction. Ma l’idea c’è».

Commenti

Grazie per il tuo commento