Terzi contro i residenti di S. Siro "Concerti senza limite di decibel"

"Abbiamo tentato la via morbida con pochi concerti e limiti per orari e volume. Risultato: lamentele e denunce. Adesso basta". L'assessore agli eventi del Comune dichiara guerra ai comitati cittadini che paralizzano i concerti di San Siro. "Basta sopportare 5-6 sere l'anno"

Terzi contro i residenti di S. Siro 
"Concerti senza limite di decibel"

Milano - Ha perso la pazienza l’assessore agli eventi del Comune di Milano Giovanni Terzi, nei confronti dei comitati contro i concerti a San Siro, tanto da preannunciare che  il prossimo anno li inonderemo di concerti, senza limiti di decibel". Quest’anno, spiega, è stata tentata la via morbida: "Ce l’abbiamo messa tutta per mitigare il disturbo, abbiamo provato a vedere se si calmavano facendo solo due concerti e un’opera lirica. Ma le lettere di protesta sono arrivate lo stesso, quindi che vadano a quel paese" ha detto oggi a margine della presentazione del Milano Jazzin’ Festival.

Insofferenza "Nessuno fermerà la musica in questa città. Sono stanco e molto arrabbiato che una persona rischi il carcere solo per un concerto" ha detto, riferendosi alla possibile condanna per il promoter di Bruce Springsteen che suonò 20 minuti di troppo. Secondo l’assessore, le proteste del Comitato San Siro Vivibile danno un brutto messaggio all’estero e non c’è motivo di pensare a spostare gli eventi in uno spazio nuovo: "C’è già un luogo meraviglioso che è lo stadio San siro: basta avere pazienza 5-6 sere l’anno".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti