Tiribocchi nel mirino

Giocatori in vacanza. Società e procuratori al lavoro. Nonostante il mercato ufficialmente non sia ancora cominciato, voci e indiscrezioni si sprecano. A differenza degli altri anni, quest'anno c'è però qualcosa che frena. Il Mondiale in Sud Africa. Diversi i motivi. Chi aspetta prima di vendere i giocatori per vedere se il campionato del mondo aumenterà il loro valore. Chi invece spera di scovare, soprattutto nelle formazioni di terza e quarta fascia, qualche occasione d'oro. In parte è così per Genoa e Sampdoria.
I rossoblù per voce del presidente Enrico Preziosi si priveranno di un difensore. Uno tra Sokratis, Bocchetti e Bonucci partirà. Il prezzo? Bisognerà aspettare le loro prestazioni in Sud Africa. Tra i tre il più probabile alla partenza dovrebbe essere Bonucci perché gli altri due conoscono a memoria gli schemi del Gasperson. Prima però c'è da risolvere la comproprietà con il Bari. Ai galletti dovrebbe andare l'altra metà di Meggiorini più il prestito del difensore Diego Angelo. Per Bocchetti è già stata rifiutata l'offerta del Napoli che voleva scambiarlo con Denis. Se a centrocampo tutto è ancora in stand-by si lavora per trovare una prima punta da almeno quindici reti. Sondaggio con l'Atalanta per Tiribocchi, mentre se Maccarone non trovasse l'accordo con il Siena, il grifone potrebbe interessarsi all'attaccante. Toni e Baptista della Roma sarebbero le alternative. All'ex Bayer il Genoa avrebbe offerto un biennale da tre milioni l'anno. Si lavora con molta intensità sulla sponda doriana. La nuova coppia dirigenziale Gasparin-Tosi sta valutando alcune operazioni. Prima tra tutte il portiere. Confermato che Storari è sempre più lontano, due solo le ipotesi per sostituirlo. Dal Chievo Sorrentino potrebbe seguire Di Carlo, sebbene la pista più concreta porti al giovane Viviano dell'Udinese. I blucerchiati oltre ad un sostanzioso conguaglio potrebbero girare in prestito ai felsinei il portiere Mirante ed il centrocampista Dessena. Non si fermano le voci che riguardano Pazzini. L'ex viola sull'interessamento del Napoli spiega: «A Genova sto molto bene ed ho tre anni di contratto. Poi non ho incontrato alcun dirigente partenopeo». I blucerchiati seguono la punta Ardemgani del Cittadella.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti