Torna De Gregori Emozioni sotto il tendone

CONCERTO Nello show del 12 settembre carrellata di successi da Rimmel a Viva l’Italia

Torna De Gregori  Emozioni  sotto il tendone

Musica e teatro a colorare la Festa Democratica che prende il via questa sera per terminare solo il 21 settembre. Ci sarà ampio spazio per il rock, il folk, l'elettronica e per tutte le declinazioni della comicità, nella tensostruttura del PalaSharp in zona Lampugnano, a cominciare da questa sera (dalle 18.30, ingresso 13 euro, fermata della linea rossa della metropolitana) con le irriverenze elettriche dei Punkreas e dei Vallanzaska, entrambe band di casa nostra (i Punkreas sono addirittura di Parabiago, la cittadina a Nord di Milano conosciuta in tutto il mondo per la calzatura di lusso), che scalderanno la platea prima di due cult band straniere come i britannici Vice Squad - veterani del genere punk formatisi a Bristol sul finire degli anni Settanta, in piena stagione punk - e i francesi Burning Heads. Come al solito, la Festa organizzata dal Pd parlerà, nelle serate di settembre, più i linguaggi dell'arte che quelli della politica, ed è forse per questo che l'affluenza di pubblico non mancherà di essere, come ogni anno, nutrita ma soprattutto eterogenea. Gli appassionati di genere folk e cantautorale non perderanno certamente le esibizioni dei Mercanti di Liquore, formazione brianzola molto legata alla musica di De Andrè (domani, ingresso gratuito) e dei più celebri Modena City Ramblers (sabato, ingresso 11,50 euro più prevendita). Più sperimentali ed elettronici i Meganoidi, che si esibiranno il domenica 6 settembre in un live gratuito. Le sirene della festa richiameranno anche i giovanissimi, dal momento che è assicurata la presenza (il 16 settembre, ingresso 17,50 euro più prevendita) del «disimpegnato» (e c'è da vedere come sarà accolto) Marco Carta, idolo dei fan della trasmissione di Maria De Filippi «Amici», trionfatore dell'ultimo Festival di Sanremo: il suo pop melodico si affida al bel canto e a un easy listening senza sensi di colpa. Tutt'altra cosa le esibizioni del pianista Gaetano Liguori, gloria jazzistica di Milano, protagonista sabato 5 con il progetto «Ronin», live multimediale sulle immagini del cinema di Akira Kurosawa, eseguito insieme con il violinista Davide Santi e con il percussionista Alberto Grasso, e il 10 settembre della storica reunion dell'Idea Trio, condiviso con il bassista Roberto Del Piano e con il batterista Filippo Monico. In questo secondo concerto Liguori&Co. proporranno brani originali del trio risalenti agli anni Settanta.
Nel cartellone musicale della kermesse democratica non mancheranno le star di livello nazionale: il numero uno è senza dubbio Francesco De Gregori, atteso il 12 settembre (ingresso 20/35 euro più prevendita). Icona del centrosinistra, prevedibilmente coccolato dal pubblico del PalaSharp, De Gregori sarà protagonista di un concerto che attraverserà un repertorio ultratrentennale. Verso la fine della festa, grande attesa per il rocker della musica «laghée» Davide Van De Sfroos (15 settembre, ingresso 13 euro più prevendita) e per la Filarmonica della Scala diretta dal grande Myung-Whun Chung (21 settembre, ingresso popolarissimo a soli 5 euro, programma ancora da definire). Il cabaret e la comicità potranno certamente contare su tre nomi di sicuro appeal, ancorché molto diversi fra loro, come Enrico Bertolino, Sabina Guzzanti e i Fichi d'India. Enrico Bertolino sarà protagonista al PalaSharp il 9 settembre (ingresso 28/18 euro più prevendita) con il suo spettacolo «Lampi accecanti di ovvietà», recital portato in scena nella stagione scorsa ma oggi corredato di nuovo materiale: secondo lo stile del comico milanese (nato e cresciuto nel quartiere Isola), i bersagli politici saranno posizionati a destra come a sinistra. Non sarà sicuramente lo stesso con Sabina Guzzanti, attesa il 13 settembre (ingresso 20/30 euro più prevendita) con il suo show sulfureo decisamente schierato ad uso e consumo dei democratici più «arrabbiati».
Risate extra-politiche, invece, con i simpatici varesini Fichi d'India, star della trasmissione tv di Italia 1 «Colorado», protagonisti al PalaSharp il 19 settembre (ingresso 10 euro più prevendita).