Troppo stress, Rangnick lascia la guida dello Schalke 04

Il tecnico, ingaggiato dal club tedesco nello scorso marzo al posto di Felix Magath, si è dimesso d'accordo con la società: «Ho bisogno di una pausa»

Il tecnico dello Schalke 04, Ralf Rangnick, ha dovuto lasciare per motivi di salute la panchina del club di Gelsenkirchen. Lo ha reso noto la stessa società, spiegando che l'allenatore soffre di una sindrome da esaurimento. Rangnick, 53 anni, era stato ingaggiato dallo Schalke a marzo al posto di Felix Magath, raggiungendo le semifinali di Champions League e conquistando la coppa di Germania. In queste ultime ore ha parlato con i dirigenti e deciso di lasciare l'incarico. Non è chiaro, ancora, se il suo abbandono è temporaneo o definitivo. La squadra, intanto, è stata affidata a Sepp Eichkorn.
«Dopo lunga e attenta considerazione sono giunto alla conclusione che ho bisogno di una pausa - ha spiegato Rangnik in un comunicato sul sito della società - Prendere questa decisione è stato terribilmente difficile. Ma il mio livello di energia attuale non è sufficiente per avere successo e gestire adeguatamente il team».
Sempre in casa Schalke, il presidente Clemens Tonnies è al lavoro per convincere Raul a non ritirarsi e a firmare presto un nuovo contratto, magari centrando la qualificazione in Champions League. «Un giocatore di tale esperienza è molto importante per un club giovane come il nostro e lo dimostra in ogni partita - le parole di Tonnies -. Il problema non è economico, tutto dipende dalla volontà del giocatore».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti