Ue, auto a picco: -4,9% Migliora la Fiat: +2,5% In Italia inflazione a 0,9%

Per il mercato dell'auto nel Vecchio continente è il 13° mese con segno negativo per le immatricolazioni: a maggio -8,6% in Italia. Bene solo la Germania. <strong><a href="/a.pic1?ID=359281">In Italia giù l'inflazione: ai minimi dal '68</a></strong>

Roma - Segnali negativi dalle quattro ruote in Europa. Il mercato dell'auto nel Vecchio continente (27 Paesi Ue+Efta) prosegue con il segno meno a maggio, segnando una flessione del 4,9% (1.270.195 unità). Un calo che comunque è più contenuto rispetto al -12,3% di aprile ed è il più lieve dall'inizio dell'anno. Lo rende noto l'Associazione costruttori europei dell'auto (Acea). Per quanto riguarda il mercato italiano, segna a maggio -8,6% rispetto al -7,5% di aprile.

Tredicesimo mese negativo Per il mercato dell'auto in Europa si tratta del tredicesimo mese di fila in segno negativo. Sui cinque mesi, si è registrata una flessione del 13,9%, a 5.959.859 unità. Maggio - nota l'Acea - ha avuto comunque in media un giorno lavorativo in meno. In Europa occidentale le nuove immatricolazioni hanno totalizzato a maggio 1.197.292 unità, per un calo contenuto del 3,2% grazie soprattutto al contributo di Austria (+4,8%), Grecia (+5,1%), Francia (+11,8%) e Germania (+39,7%), tutti mercati dove l'effetto incentivi si fa sentire, a differenza di un'Italia che rimane piuttosto debole (-8,6%).

Va bene solo in Germania Sui cinque mesi in Europa occidentale il mercato ha segnato un calo del 12,8%, con la Germania unica ad aver registrato un segno positivo (+22,8%). Continuano ad essere depressi i mercati dei nuovi Stati membri (-26% a maggio). Unici Paesi a registrare una crescita, Repubblica ceca (+20,5%) e Slovacchia (+46,4%). 

Fiat + 2,5% Fiat Group Automobiles a maggio ha immatricolato in Europa occidentale (Ue a 15 più Efta) 111.279 vetture nuove, segnando un aumento del 2,5% rispetto ad un anno fa. Calcolando l'Unione europea a 27 (compresi i nuovi stati membri), a maggio Fiat Group Automobiles ha segnato una quota di mercato del 9,2%, contro l'8,5% di un anno fa. In Europa occidentale (Ue a 15 più Efta), la quota del solo marchio Fiat è salita a maggio al 7,5%, contro il 7,0% di un anno fa. Le quote di Alfa Romeo è Lancia sono rimaste stabili allo 0,9% rispetto un anno fa. Nel progressivo annuo la quota di Fga in Europa occidentale é del 9,3% (0,9 punti percentuali in più rispetto ai primi cinque mesi del 2008) e si attesta al quarto posto nella 'hit' dei costruttori.

Gm vende Saab agli svedesi La General Motors ha scelto come acquirente per la controllata Saab la società svedese di auto di lusso Koenigsegg. Lo ha annunciato il portavoce della casa americana, Chris Preuss. Le due società hanno firmato un accordo preliminare e l’operazione sarà definita entro la fine di settembre. La transazione, ha spiegato il portavoce, è tuttavia condizionata al prestito da 600 milioni di dollari che dovrebbe essere concesso dalla Bei, sostenuta dal governo svedese. Una volta completata l’operazione, Saab passerà totalmente sotto il controllo di Koenigsegg, ma Gm manterrà una relazione con la propria ex controllata. Il portavoce non ha invece fornito alcuna indicazione di carattere finanziario sull’accordo. Con il passaggio alla Koenigsegg, la Saab torna in mani scandinave, dopo l’acquisizione in due tranche dalla famiglia Wallenberg messa a punto da General Motors tra il 1990 e il 2000.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.