Università di Ratisbona Nasce la cattedra sul Ratzinger-pensiero

L’Università di Ratisbona, della quale Joseph Ratzinger fu vicerettore negli anni ’70 e che nel settembre 2006 ospitò la lectio magistralis che prima suscitò tensioni con l’islam ma poi anche un rinnovato dialogo, ha attivato una cattedra dedicata ad approfondire il pensiero del Papa teologo.
«È stato raggiunto un accordo - ha riportato ieri l’Osservatore Romano - fra la direzione dell’Università e la fondazione “Joseph Ratzinger Papst Benedikt XVI”, sorta su iniziativa del circolo degli antichi allievi del Papa e presieduta dall’arcivescovo di Vienna, il cardinal Christoph Schoenborn. Così a partire dal prossimo anno, nel semestre estivo, un ricercatore tedesco o straniero insegnerà e condurrà ricerche per un massimo di tre mesi a Ratisbona. Non dovrà essere necessariamente un teologo. Potrà essere anche un docente di filosofia sociale o di materie simili».
«La cattedra - ha riportato ancora il giornale vaticano - sarà molto ricca dal punto di vista contenutistico. In ambito teologico potrà essere aperta anche a ricercatori ortodossi e protestanti. E nei prossimi cinque anni, dovrà contribuire allo studio della teologia secondo lo spirito di Joseph Ratzinger, a cogliere le sue istanze e a svilupparle ulteriormente».
Intanto oggi Benedetto XVI lascerà per qualche ora il Vaticano per recarsi a benedire la Madonna di Monte Mario, una statua che sovrasta la città gravemente danneggiata da un nubifragio e tornata al suo posto, dopo un attento restauro, il 15 giugno scorso. La visita sarà anche occasione, per il pontefice, per visitare il Centro don Orione, sulla cui torretta è collocata la statua, e, subito dopo, il Monastero Domenicano di Santa Maria del Rosario, dove il Papa incontrerà la comunità delle Monache di clausura.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti