Cultura e Spettacoli

Varese, Zanello da' il via a scuola teatro comico

L'assessore regionale alla Cultura ha presentato l'accademia della città di Luino sul Lago Maggiore

«Con la nascita della Scuola di Teatro Comico il territorio varesino prosegue la straordinaria tradizione artistica legata in particolare all'alto Lago Maggiore, che ha dato i natali a interpreti d'eccezione che hanno fatto la storia della comicità e del nostro teatro». Lo ha detto l'assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, Massimo Zanello, intervenendo alla presentazione della "Scuola di Teatro Comico Città di Luino - Lago Maggiore" che si è svolta in questi giorni a Villa Recalcati a Varese. Oltre all'assessore Zanello erano presenti l'ideatore della scuola, Francesco Pellicini, l'assessore al Turismo e Cultura della Provincia di Varese, Francesca Brianza, il sindaco di Germignaga (Va), Enrico Prato, gli attori Nanni Svampa, Roberto Brivio e Davide Rota. La scuola di Teatro Comico, nasce con il contributo della Fondazione Cariplo, su idea del presidente dell'associazione culturale Festival del Teatro e della Comicità - città di Luino, Francesco Pellicini, che da tre anni, si occupa dell'omonimo festival. Patrocinata dall'assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Lombardia, l'iniziativa nasce come un laboratorio comico permanente i cui insegnanti saranno gli stessi attori comici nati e cresciuti nel territorio varesino. Dal cugino di Dario Fo, Davide Rota, all'ex Gufo Roberto Brivio, che saranno i docenti fissi della scuola, in alcune lezioni "professori" saranno anche i comici Enzo Jacchetti, Nanni Svampa, Max Cavallari (Fichi d'India), Cochi Ponzoni, Antonio Provasio (Teresa de i Legnanesi) e Alberto Patrucco. La scuola verrà ospitata nel Comune di Germignaga e sarà completamente gratuita. Il programma delle lezioni inizierà a febbraio 2010 e avrà una durata di tre mesi, al termine dei quali i neo attori diplomati saranno coinvolti in alcune iniziative artistiche territoriali, in particolare quelle legate al Festival del Teatro e della Comicità. I posti saranno riservati ad un massimo di 25 persone, con un'età tra i 18 e i 40 anni, selezionati tramite un provino. "La scuola di teatro - ha concluso Zanello - diventerà una straordinaria palestra per i giovani attori che vorranno cimentarsi con la difficile vita della rappresentazione scenica. Negli anni in questo territorio sono emersi straordinari talenti e con questa iniziativa intendiamo supportare le nuove generazioni in modo da valorizzarle, facendole emergere nel territorio in cui sono nati".

Commenti