Viaggi di lavoro Le Pmi si schierano: «Preferiamo l’hub lombardo a Roma»

Anche le piccole e medie imprese promuovono Malpensa per i loro viaggi d’affari: il 22% delle aziende, infatti, contro il 14%, preferisce lo scalo varesino a Fiumicino. È quanto emerge da un sondaggio commissionato da British Airways e realizzato da Gfk Eurisko. Linate invece si colloca solo al quinto posto con il 5%, a pari merito con Orio al Serio. Tra le Pmi lombarde le percentuali del gradimento di Malpensa sono letteralmente bulgare: ben il 61% contro il 18% di Linate, il 14% di Orio al Serio e lo 0% di Fiumicino. In tutto il Nord Ovest lo scalo varesino colleziona il 54% (contro il 12% di Linate e l’1% di Fiumicino), ottenendo un buon 9% anche nel centro Italia (contro il 31% dell’aeroporto romano). Malpensa risulta invece quasi del tutto inutilizzato dalle imprese del Triveneto e da quelle di Sud e Isole: in entrambi i casi fa tappa a Milano solo l’1% dei viaggiatori. Dalla ricerca di Eurisko emerge inoltre che la crisi incide solo in piccola parte sul numero di viaggi aerei compiuti. Il 51% degli imprenditori dichiara infatti di aver previsto una spesa identica per il 2009 rispetto al 2008. E se il 31% prevede di tagliarla, il 12% intende incrementarla. Tra le destinazioni europee, su 97 Pmi lombarde intervistate 49 dichiarano di recarsi abitualmente in Germania e 36 in Francia. Mentre a livello extraeuropeo il Paese più gettonato sono gli Usa (28). I viaggi d’affari risultano molto importanti per il 43% delle imprese lombarde e abbastanza per il 45%, anche se si cerca comunque di risparmiare. Infatti si sceglie la classe economica per il 91% dei viaggi a corto raggio e per il 54% di quelli a lungo raggio. «Sappiamo quanto il prezzo del biglietto può fare la differenza - commenta il direttore commerciale per l’Italia di British Airways, Mark Moscardini -. Ma vediamo anche quanto sia importante per le Pmi continuare a perseguire opportunità di business all’estero. Per molte aziende la buona riuscita degli affari è correlata alla possibilità di incontrarsi di persona».

Commenti