Un videogame fa scoppiare negli usa la Dante-mania

Il Sommo Poeta meglio di Superman e Spider Man.

In Usa cresce l'attesa per "Dante's Inferno", il videogioco sulla Divina Commedia che ha fatto scoppiare una vera e propria "Dante mania", ancora prima di essere messo sul mercato. Decine di edizioni del Poema, magliette, immagini, una serie a fumetti e persino un film prodotto dall'Universal invadono il mercato
Altro che Capitan America, Superman o l'Uomo Ragno, nel Paese dei Super Eroi in grado di volare, arrampicarsi su enormi grattacieli, fermare un missile con una sola mano, oggi il vero fenomeno e' Dante Alighieri e la sua Divina Commedia. Negli States, infatti, negli ultimi mesi e' scoppiata una vera e propria febbre da Dante, dove il sommo poeta infatti sembra aver presto il posto degli eroi a stelle e strisce nel cuore degli americani. A scatenare il fenomeno per il poeta italiano e' un videogioco, che ancora prima di essere lanciato sul mercato e' diventato un fenomeno internazionale, si tratta di Dante's Inferno, dove un Dante in versione "crociato" si addentra per i gironi infernali, combattendo con mostri e anime perdute, per salvare la sua Beatrice. Prodotto dal colosso dell'intrattenimento digitale, la Electronic Arts, gia' al suo annuncio ha destato un interesse incredibile, tanto che in pochissimo tempo sono nati oltre 3 milioni tra siti e pagine web dedicate alla trasposizione in videogioco del capolavoro di Dante, di cui hanno gia' parlato testate come il L.A. Times o il Miami Herald.
Ma questo incredibile successo non si e' limitato al mondo dei videogiochi: Dante e la Divina Commedia negli States si sono trasformati in un vero e proprio fenomeno di massa, tanto che la Universal Pictures, prima ancora che il videogioco fosse realizzato, se ne e' aggiudicata i diritti per trasformarlo in un kolossal per il grande schermo, battendo sul filo di lana Paramount, New Regency e MGM, che si erano detti interessati al progetto, come ha riportato tra gli altri Variety. E se ancora non e' stato scelto il regista, sulla sceneggiatura e' gia' al lavoro Dan Harris, che ha firmato X2: X-Men United e Superman Returns.
E le "cifre" di questa Dante's fever che ha colpito gli States sono veramente impressionanti, basta pensare che Barnes&Nobles, la mecca dei bibliofili e forse la catena di librerie piu' famosa al Mondo, nel suo catalogo ha ben 1016 tra libri, saggi, e-book, audiolibri, cd, ecc dedicati alla Divina Commedia e al suo autore. Internet non e' da meno: su Amazon ci sono ben 50 edizioni in lingua inglese del capolavoro di Dante, digitando "Divine Comedy" su google ci sono oltre 1 milione e 300 mila tra siti e pagine web, cosi' come sono presenti 3 milioni e 700 mila immagini tra copertine delle diverse edizioni, riproduzioni delle illustrazioni piu' celebri legate al "cammino" di Dante e ritratti del sommo poeta. Ma i segnali di questa febbre dantesca che ha catturato gli Stati Uniti sono moltissimi, a partire dal successo del tour "Tutto Dante" di Roberto Benigni, che ha toccato tra le altre Los Angeles e New York ottenendo intere pagine su testate come il New York Times o il Boston Globe.
Un successo, quello della Divina Commedia e di Dante, che non deve destare sorpresa, considerando l'amore che gli americani hanno per tutto cio' che e' "antico", come dimostrano le migliaia di visitatori d'Oltreoceano che nel loro "tour Italiano" non rinunciano ai "luoghi danteschi", e la diffusione della Divina Commedia, che secondo una classifica realizzata dall'Online Computer Library Center, risulta essere tra i libri piu' letti al mondo. Sicuramente pero' la sua lettura non e' tra le piu' semplici, ecco allora che il solo annuncio di una versione "laicizzata" e in formato videogioco dell'opera del sommo poeta non poteva che suscitare una grande aspettativa e far scoppiare una mania per tutto cio' che riguarda Dante, come e' gia' accaduto per l'uscita del film "Il signore degli anelli", che ha fatto registrare un vero e proprio boom nelle vendite del libro di Tolkien.
E proprio come era successo per la trasposizione cinematografica della saga di Frodo e dell'anello del potere, anche per Dante's Inferno sono gia' partite le discussioni sulla fedelta' del videogioco all'opera originale. In realta' il gioco, che uscira' a meta' febbraio, riguarda solo la prima parte dell'opera di Dante e il protagonista e' piu' simile ad un Super Eroe in stile americano che al sommo poeta, come racconta Wired: "Dante e' un cavaliere, che dopo una lunga crociata e' tornato a casa e ha trovato la moglie Beatrice morta, e la cui anima e' stata corrotta da Lucifero e trasportata negli inferi. Durante il viaggio attraverso i luoghi infernali Dante si trovera' faccia a faccia con il suo passato e con i peccati commessi e dovra' affrontare mostri di ogni genere, armato della falce del "triste mietitore". Malgrado questa "licenza" che i creatori del gioco si sono concessi, sono moltissimi gli elementi presi dalla Divina Commedia: nel suo "viaggio" dovra' attraversare 9 cerchi corrispondo a 9 differenti livelli, interagendo con le anime perse, incontrando personaggi come Francesca, Elena di Troia, Cleopatra, ma anche i Papi relegati dal poeta nei gironi infernali.
E sulla rete si sono moltiplicati questi dibattiti tra "puristi" e "revisionisti" che non hanno fatto altro che alimentare il fenomeno Dante, tanto che l'evento piu' atteso del Comic-Con, la piu' importante fiera dei comics americana, che si e' tenuta a luglio a San Diego, e' stata proprio la presentazione del primo dei sei fumetti ispirati a Dante's Inferno, che verranno pubblicati dalla DC Comics, una delle case editrici piu' prestigiose, con personaggi come Batman e Superman.