La «prima volta» di Montezemolo, governo e opposizione alla finestra

L’esordio in pubblico è previsto per il 7 ottobre, pochi giorni prima del Congresso del Partito democratico. «Italia Futura», il «pensatoio» fondato da Luca Cordero di Montezemolo, ha organizzato per quella data a Palazzo Colonna a Roma un convegno sulla mobilità sociale nel nostro Paese. Secondo quanto riportava ieri Il Foglio di Giuliano Ferrara l’ospite d’onore dell’ex presidente di Confindustria sarà Gianfranco Fini.
Alla tavola rotonda ci saranno anche Enrico Letta, per il Pd, e Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio. È bastato il parterre politicamente di tutto rispetto per far ripartire il tormentone sulla smentitissima (dal diretto interessato) e temutissima (sia dal governo sia dall’opposizione) discesa in campo di Montezemolo. Italia Futura, varata a luglio, è un movimento senza apparenti velleità politiche, «un luogo di ideazione civile», l’ha definita lo storico Andrea Romano. Ma l’impegno del numero uno della Ferrari appare ultimamente sempre più orientato verso un coinvolgimento attivo.
I sospetti hanno tolto il sonno a più di un politico soprattutto dopo che a uno dei dibattiti di CortinaIncontra Montezemolo ha usato toni molto simili a quelli della discesa in campo di Silvio Berlusconi. È sempre Il Foglio a sottolineare le analogie. «Ci vuole uno Stato snello, rapido e competitivo», ha affermato l’ex leader degli industriali. Che ha proseguito, dicendo basta a «un presidente del Consiglio con minori poteri di un sindaco e a un welfare che drena risorse».
Quello di Montezemolo in politica è uno «spauracchio» che periodicamente torna alla ribalta. Evidentemente gli addetti ai lavori ritengono che il personaggio abbia un patrimonio di consensi tale da poter fare la differenza. Dalla parte del governo tempo fa è stato fatto il suo nome per un posto da ministro «tecnico». Mentre nel Partito democratico si penserebbe a lui come «piano B» nel caso di un insuccesso delle primarie, se sarà necessario contrastare Berlusconi con un progetto che guarda al centro.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento