Cane strabico diventa virale, adottato grazie a Facebook

Un husky affetto da strabismo abbandonato dall'allevatore è stato adottato grazie alle foto pubblicate sul popolare social network. Ora lo aspetta una nuova casa

Cane strabico diventa virale, adottato grazie a Facebook

Chi ama gli animali, di qualunque specie, non permetterebbe mai che si abbandonino, soprattutto se alla base di questa decisione vi è un handicap, o anche più semplicemente un particolare, piccolo o grande che sia, che lo rende diverso dai suoi simili. Purtroppo, proprio un abbandono per queste ragioni, senza scusanti, ha reso protagonista un ignaro amico a quattro zampe, abbandonato dal suo allevatore a causa dello strabismo che gli conferisce un aspetto deliziosamente peculiare.

Il cane, un husky femmina di appena quattro anni di nome Jubilee, era stata presa in carico due anni fa dal personale di una Husky House con sede nel New Jersey, un rifugio che dal nome richiama proprio la razza in questione. Come di consueto, immediatamente erano state pubblicate in rete le immagini del simpatico cucciolo di cane con lo scopo di trovare presto una nuova casa.

Su Facebook il post con le sue foto è diventato virale e centinaia di persone si sono offerte per adottarla. Tra tutti quelli che si sono proposti, è stata scelta una persona che in passato aveva già adottato un cane dallo stesso rifugio. Intervistato, un portavoce della Husky House ha riferito alla CNN che da quando il post sul noto social è stato condiviso, gli animali accuditi hanno ricevuto tanto amore, supporto e richieste di adozione. Inoltre, il portavoce ha aggiunto che Jubilee è stata visitata da un veterinario prima di procedere all'adozione.

Il post su Facebook iniziava con questa frase: "Il mio nome è Jubilee. Sono un husky di 4 anni che è stato nella Husky House per molto tempo. Vengo da un "allevatore" che non poteva vendermi perché diceva che ero "strana". Gli husky sono cani dall'aspetto maestoso e non so perché non assomiglio a loro". Il post poi continuava, sempre come se fosse il cane a parlare, spiegando come l'animale avrebbe fortemente desiderato di essere più bella in modo da poter essere finalmente adottata.

Una volta caricato su Facebook, in poche ore il post ha avuto più di 32.000 condivisioni oltre a ricevere molti commenti di uomini e donne disponibili all'adozione o semplicemente attratti dal suo aspetto "alla Scooby Doo", come definito proprio da uno di loro. Ancora una volta Facebook ha assolto alla sua funzione sociale e di aiuto per una giusta causa; il social network di Mark Zuckerberg ha reso fortunata la sorte di un cane femmina che fino a quel momento aveva solo subìto un'ingiustizia.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti