Coppia nasconde il genere del figlio al pubblico: "Non vogliamo influenze"

Una coppia, entrambi artisti circensi, ha preso una decisione importante riguardo al loro figlio: non rivelerà a nessuno il genere per evitare pregiudizi e influenze

I bambini sono un bene prezioso e devono essere cresciuti e tutelati dai pregiudizi della gente: c'è questa motivazione alla base della scelta di una coppia inglese nei riguardi del loro figlio e che sta facendo discutere. La coppia in questione, entrambi artisti circensi che vivono in una casa galleggiante a Kensham, vicino a Bath, ha raccontato alla BBC One's Inside Out di come stanno crescendo il loro bambino.

Nello specifico Hobbit Humphrey di 38 anni e Jake England-Johns di 35 stanno crescendo il loro figlio Anoush neutro dal punto di vista del genere, proprio per tutelarlo da eventuali pregiudizi inconsci; il figlio viene vestito utilizzando sia abiti per ragazzi che per ragazze. La stessa nonna paterna di Anoush, Camille di 64 anni, ha scoperto il genere soltanto a 11 mesi, quando gli ha cambiato il pannolino.

La scelta dei genitori ovviamente passa anche attraverso la scelta del pronome da utilizzare quando ci si rivolge o si parla del loro figlio. Infatti, è stato chiesto a familiari e amici di utilizzare il pronome di genere neutro "essi/loro", considerato che non ha un riferimento specificatamente maschile o femminile.

Durante il programma della BBC, i genitori hanno detto che Anoush - in quell'occasione il nome è stato cambiato in Charlie - potrà decidere il proprio genere di riferimento quando sarà più grande. England-Johns ha dichiarato: "Il neutro come genere si riferisce a noi che proviamo a comportarci in modo neutrale nei confronti del bambino, piuttosto che cercare di renderli neutrali. Non stiamo cercando di farlo diventare qualsiasi cosa. Vogliamo solo che sia se stesso."

A queste parole si sono aggiunte quelle dell'altro genitore, Hobbit Humphrey: "Gran parte del pregiudizio di genere - dice la madre - è inconscio. Quando sono rimasta incinta, abbiamo discusso di come mitigare il pregiudizio inconscio. E abbiamo pensato che l'unico modo per farlo fosse semplicemente quello di non dirlo alla gente. Usare il pronome essi/ loro il più a lungo possibile e creare questa piccola bolla affinché il nostro bambino sia quello che è. Infine qualcuno dirà che il rosa è solo per le bambine e l'azzurro è solo per i bambini, e non potrà giocarci perché appartiene a un sesso particolare. È ancora una cosa che succede in questi giorni. Stiamo solo cercando di proteggere Anoush."

Il padre England-Johns ha detto, inoltre, che non stanno rivelando il genere a nessuno, facendo in modo che sia solo un bambino. La madre Humphrey ha aggiunto: "All'inizio è stato complicato non solo quando eravamo nuovi genitori, ma anche nuovi genitori che avevano il problema delle persone che si arrabbiavano per il fatto che il nostro bambino fosse neutrale rispetto al genere". Infine, sempre la madre ha fatto riferimento agli sviluppi positivi di questa loro decisione:"Ha avuto l'effetto che volevamo, lasciare che il nostro bambino sviluppasse i propri interessi indipendentemente dal sesso. Quindi, per esempio, mentre adora fare una festa da tè ogni mattina, è anche affascinato da moto e macchinari. Alla fine, una volta che il nostro bambino sarà abbastanza grande, potrà ovviamente decidere da solo quale genere vorrà essere, ma per ora vogliamo solo che siano in grado di crescere nella sua piccola bolla".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.