Dottoressa cacciata dall'aereo per abito troppo corto

A una dottoressa in viaggio su un volo dell'American Airlines è stato chiesto di coprirsi con una coperta durante il volo o sarebbe rimasta a terra. Motivo: l'abito considerato troppo corto

Dottoressa cacciata dall'aereo per abito troppo corto

Un abito considerato inappropriato dallo staff su un aereo: con questa motivazione una dottoressa di Houston, in Texas, è stata richiamata a terra dall'assistente di volo prima della partenza per coprire le sue grazie con una coperta, pena la mancata ammissione a bordo.

La donna di colore di nome Tisha Rowe, 37 anni, è un medico di Houston e ha raccontato l'accaduto su Twitter dicendo di sentirsi disgustata e umiliata per quanto accaduto sul volo dell'American Airlines in partenza da Kingston, in Giamaica, e diretto a Miami, in Florida. Una serie di tweet e un'immagine a testimonianza di come era vestita in poco tempo sono diventati virali ricevendo consensi da centinaia di utenti.

Tisha, dottoressa plurilaureata e fondatrice di una società di tele-medicina - Rowe Docs - ha raccontato di essere stata minacciata e che sarebbe potuta tornare a bordo e camminare lungo il corridoio solo se avvolta da una coperta. Sempre su Twitter ha poi consigliato a chiunque abbia un sedere abbondante e con indosso pantaloncini, di evitare di volare con quella compagnia aerea.

Inoltre, la dottoressa ha affermato di avere la sensazione che la categoria femminile sarebbe troppo sorvegliata e sessualizzata e di non pensare che una donna bianca avrebbe ricevuto lo stesso trattamento indossando un abito simile. Secondo quanto affermato da Rowe, ha trascorso una vacanza fantastica con Chase, il figlio di 8 anni, ma è finita con il pianto del piccolo che ha nascosto la sua faccia con la stessa coperta. Infine, ha aggiunto: "Voglio solo davvero sapere se American Airlines ha fatto questo a chiunque altro o è solo il mio sedere a essere oggetto di distrazione. Sono disgustata. L'unico potere che ho è la mia voce, quindi la userò".

Il contratto di trasporto dell'American Airlines stabilisce che i passeggeri devono vestirsi in modo appropriato e i piedi nudi o gli indumenti offensivi non sono ammessi. Ma non viene specificato quale tipo di abbigliamento è considerato appropriato e quale no.

La vicenda si è chiusa con la dichiarazione del portavoce della compagnia aerea che ha chiesto scusa per quanto accaduto: "Eravamo preoccupati per i commenti del Dr. Rowe e abbiamo contattato lei e il nostro team all'aeroporto di Kingston per raccogliere maggiori informazioni su ciò che è accaduto. Sfortunatamente, non siamo riusciti a raggiungere il Dr. Rowe o lasciare un messaggio al numero fornito. Vogliamo chiedere personalmente scusa a lei e suo figlio per la loro esperienza e abbiamo completamente rimborsato il loro viaggio. Siamo orgogliosi di servire clienti di ogni provenienza e ci impegniamo a fornire un'esperienza di viaggio positiva e sicura per tutti coloro che sono con noi".

Commenti