Predicatori cristiani annunciano fine del mondo e secondo Avvento

Due predicatori annunciano il Secondo Avvento o la fine del mondo: la profezia sulla base di similitudini nei giorni in cui è presente la cosiddetta Luna di Sangue

Nel 1881, Mark Twain scrisse una novella chiamata "Il secondo Avvento". In essa, l'ironico scrittore raccontava di una nuova venuta di Gesù Cristo sulla Terra, in Arkansas per la precisione, accompagnato dallo scetticismo e pronto a combinare guai anziché compiere miracoli. Un secondo Avvento è stato profetizzato ora, nel 2015, nello stato del Texas, dove due predicatori hanno compiuto uno studio cronologico su un particolare fenomeno celeste.

Il fenomeno in questione è la cosiddetta Luna di Sangue, che compare nel cielo a seguito di una normalissima eclissi lunare. Tuttavia, scienza e fede non sono mai state tanto lontane dai tempi di Darwin come nelle parole di questi due predicatori, Mark Blitz e John Hagee, che hanno un grande seguito ma che in precedenza sono stati anche accusati di abuso di credulità al fine di vendere i propri libri.

Secondo i due religiosi, quattro lune rosse in 18 mesi hanno corrisposto della storia ad accadimenti importantissimi a livello religioso e non solo, come la nascita dello stato di Israele nel 1948 oppure l'espulsione degli ebrei dalla Spagna nel 1492. La prossima luna rossa sarà il 18 settembre, quasi a ridosso della venuta del Papa negli Stati Uniti: per quella data i due predicatori dicono che la terra sarà sconvolta da terremoti, guerre in Medioriente e la Terza Guerra Mondiale imminente, e quindi la fine del mondo.

Data tuttavia la frequenza nella storia di quattro lune rosse di seguito è difficile non trovare tracce di stravolgimenti politici e religiosi qualsiasi. Anche l'aumento di terremoti in Texas negli ultimi dieci anni, che i due additano come un indizio dell'imminente Apocalisse, potrebbe avere una spiegazione meramente scientifica, come il fracking per la trivellazione dei pozzi petroliferi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.