Wilma Goich vittima dell'usura: "Ero disperata"

E' finito in manette uno strozzino di 41 anni. Fra le vittime del giro di usura anche la cantante Wilma Goich che aveva chiesto un prestito di 10mila euro e ne ha dovuti versare 85mila. "Ero disperata ora sono felicissima"

Wilma Goich vittima dell'usura: "Ero disperata"

Roma - La cantante Wilma Goich è stata vittima dell’usura per un piccolo prestito di diecimila euro chiesto due anni fa e per il quale è arrivata a pagare oltre 85 mila euro. In manette è finito uno degli aguzzini, mentre altri tre, tutti commercianti di Torino, sono stati denunciati a piede libero.

Truffata Wilma Goich La vicenda inizia nel 2007, quando la Goich, tramite alcuni conoscenti, si rivolge per un piccolo prestito di diecimila euro ad un commerciante di Torino, proprietario di un negozio di frutta e verdura. Il prestito viene accordato inizialmente con un interesse del 20% al mese. I problemi finanziari della cantante dopo i primi mesi non permettono di pagare alcune rate e per questo è costretta a cedere una sua auto, una Wolkswagen Golf.

Una Bmw per gli interessi I continui interessi sul prestito salgono vertiginosamente e nel 2008 la Goich si rivolge nuovamente ai suoi aguzzini per un nuovo prestito di cinquemila euro. Non avendo coperto ancora il prestito originario più interessi è costretta a pagare circa tremila euro al mese. I suoi aguzzini pretendono anche l’acquisto in leasing di una lussuosa Bmw.

Le indagini della polizia
Wilma Goich decide quindi di rivolgersi alla polizia. Gli agenti del commissariato Prenestino di Roma, diretti da Antonio Franco, intervengono così ad un appuntamento che la cantante ha dato ad uno degli usurai nei pressi dell’aeroporto di Fiumicino. L’uomo, A.D.A., di 41 anni, è stato arrestato dopo aver intascato una serie di assegni per un totale di 23 mila euro ricevuti dall’artista.

"Ero terrorizzata, ora sono felicissima" "Ho denunciato tutto perché avevo paura e non ce la facevo più. La polizia mi ha convinto a denunciarli e avevo il terrore di farlo, ma oggi sono felicissima. Vorrei dire a tutte le persone che si trovano nella mia stessa situazione che denunciassero i loro aguzzini perché non siamo noi non siamo quelli che dobbiamo avere paura ma sono tutti quelli che ci fanno del male" ha detto la Goich.

Commenti