Accoltella il figlio perché difende la mamma

È stato arrestato dalla polizia con l’accusa di lesioni aggravate e minacce per aver accoltellato il figlio che cercava di difendere la mamma durante una discussione. Autore del gesto un imprenditore 57enne residente con la famiglia in zona San Siro che sabato sera, intorno all’una, ha cominciato a lamentarsi con il figlio 16enne perché, a suo dire, faceva rumore impedendogli di vedere la televisione. A quel punto la moglie, una 48enne, ha preso le difese del ragazzo. Ed è stato allora che la discussione è degenerata inaspettatamente.
Il figlio, infatti, da accusato è diventato accusatore del padre. E gli ha intimato, urlando, di non maltrattare sua madre visto che il genitore, negli ultimi tempi, sembra se la stesse prendendo sempre più spesso con la consorte, riservandole attenzioni non proprio carine.
L’imprenditore, attaccato su due fronti, ha perso la testa. Quindi ha afferrato un coltello da cucina e ha cominciato ad agitarlo davanti al figlio. «Volevo solo spaventarlo, convincerlo a smetterla. Ma la situazione mi è sfuggita di mano, ho sentito il sangue alla testa» ha confessato più tardi l’uomo alla polizia. Infatti, visto che il ragazzo non la smetteva di scagliarsi contro di lui a male parole, il padre lo ha accoltellato alla gamba destra.
Il ragazzo è stato medicato all’ospedale San Carlo dov’è stato medicato con 4 punti di sutura, mentre suo padre seguiva in questura i poliziotti chiamati dalla moglie.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti