Afghanistan, Karzai vince al primo turno: 54,6% Gli osservatori Ue: 1,5 milioni di voti sospetti

Il presidente uscente Karzai ha vinto le elezioni al primo turno raccogliendo il 54,6 per cento delle preferenze. Secondo gli osservatori dell'Unione europea oltre un milione dei voti espressi potrebbero essere fraudolenti. Di questi i tre quarti sarebbero a favore del presidente uscente

Afghanistan, Karzai vince al primo turno: 54,6% 
Gli osservatori Ue: 1,5 milioni di voti sospetti

Kabul - Hamid Karzai si è imposto sugli avversari alle elezioni presidenziali rastrellando il 54,6 per cento dei voti. Lo ha reso noto la commissione elettorale nel giorno in cui gli osservatori del’Unione europea mettono in discussione la validità di più di un milione dei tre milioni di preferenze avute dal presidente.

Osservatori Ue Brogli elettorali. Gli osservatori dell’Unione europea hanno affermato oggi che circa 1,5 milioni dei voti espressi nelle elezioni presidenziali afghane del 20 agosto scorso potrebbero essere fraudolenti. Di questi i tre quarti sono a favore del presidente Hamid Karzai.

Rischio di un secondo turno "Abbiamo calcolato che ci sono 1,5 milioni di voti sospetti", ha confermato alla stampa Dimitra Ioannou, vicecapo della missione di osservazione elettorale dell’Ue, precisando che sull’intera cifra dei 1,5 milioni, 1,1 milioni sono voti espressi a favore di Hamid Karzai e circa 300.000 per il suo principale rivale, l’ex ministro degli Esteri Abdullah Abdullah. Secondo i risultati parziali sul 95% della totalità dei seggi, Karzai risulta largamente in testa con il 54,3% dei voti dichiarati validi, contro il 28,1% di voti per Abdullah. Se i voti sospetti segnalati dagli osservatori Ue dovessero risultare effettivamente tutti non validi, la percentuale dei suffragi a favore di Karzai potrebbe scendere sotto il 50% e quindi portare al un secondo turno. Sono stati in tutto 6 milioni i voti espressi nelle elezioni presidenziali afghane il mese scorso. E per oggi è attesa la comunicazione dei risultati elettorali per la totalità dei seggi.

"Osservatori irresponsabili" Gli osservatori della Ue che hanno parlato di 1,5 milioni di voti sospetti nelle elezioni afghane sono "irresponsabili". Lo hanno detto i dirigenti della squadra che ha condotto la campagna elettorale del presidente Karzai. "L’annuncio fatto dalla missione di osservazione elettorale dell’Ue sul numero di voti sospetti è un annuncio parziale, irresponsabile e fatto in contraddizione con la costituzione afgana" è scritto in un comunicato del team di Karzai.