Altri sport

Scherma, Italia è medeglia d'oro nel fioretto a squadre maschile ai Giochi Europei

La squadra maschile di fioretto (composta da Daniele Garozzo, Filippo Macchi, Tommaso Marini e Alessio Foconi) supera in finale la Francia col punteggio di 45-39

account twitter @ federscherma
account twitter @ federscherma

Ascolta ora: "Scherma, l'Italia trionfa nel fioretto a squadre maschile ai Giochi Europei"

Scherma, l'Italia trionfa nel fioretto a squadre maschile ai Giochi Europei

00:00 / 00:00
100 %

L'Italia ha vinto la medaglia d'oro nel fioretto maschile a squadre ai Giochi Europei in Polonia. Alla Tauron Arena di Cracovia gli azzurri Daniele Garozzo, Filippo Macchi, Tommaso Marini e Alessio Foconi, guidati dal ct Stefano Cerioni, si sono imposti battendo in finale la Francia per 45-39. Per l'Italia Team, che guida il medagliere, è la terza medaglia di oggi ai Giochi Europei dopo l'argento vinto da Marco Bruno nell'arco compound.

Un percorso netto quello degli schermidori azzurri fin dai primi turni. Agli ottavi di finale hanno facilmente sconfitto per 45 a 31 la Danimarca. Ai quarti gli azzurri si sono imposti 45 a 33 sull'Ungheria e in semifinale per 45 a 29 sulla Gran Bretagna. In finale l'Italia ha sfidato la Francia, in passato avversaria di tanti assalti importanti. Quello contro i transalpini è stato un incontro molto combattuto tanto che i francesi, sotto per 3 a 10, sono riusciti a rimontare e portarsi sul 23 a 22. Nel finale decisive le stoccate di Macchi e Garozzo che hanno contribuito al successo per 45 a 39.

Ora il bilancio in Polonia è di 71 medaglie: 22 ori, 22 argenti e 27 bronzi. Per l'Italia della scherma è la seconda medaglia odierna dopo quella di bronzo conquistata dalle azzurre della spada, la quarta nelle prove a squadre, che assegnano anche punti importanti per la qualificazione ai Giochi Olimpici di Parigi 2024, nella manifestazione continentale. Il fioretto italiano festeggia invece il secondo oro qui in Polonia dopo quello vinto ieri dalle azzurre, sempre contro la Francia. Sempre ieri, sul podio erano saliti anche gli azzurri della sciabola maschile (argento).

Le reazioni

"L'oro è una grande emozione, era una gara importante per noi non solo per la medaglia in palio ma anche per i punti per la qualifica olimpica. Siamo una bella squadra, abbiamo tirato bene tutta la giornata e siamo contenti. Gli alti e bassi nel finale? Volevamo dare un pò di pathos lo faccio per voi. Scherzi a parte, gli avversari sono forti ma noi lo siamo di più". Queste le parole del campione azzurro Daniele Garozzo dopo il trionfo.

"Siamo grandi amici, ci vogliamo bene e ci piace giocare tra di noi. Ci prendiamo in giro anche per rompere la tensione, siamo una squadra", aggiungono gli azzurri. "Siamo una squadra compatta, unita, come una falange. In squadra abbiamo diversi ruoli - dice Alessio Foconi -.Io e Daniele siamo i giovani maturi, dobbiamo metterli in riga e trasmettere esperienza ed educazione e farlo con il sorriso. I giovani ci trasmetto gioventù e nuovi termini che non conosciamo".

"Dani e Ale sono due campionissimi, sia in pedana che fuori, ci insegnano determinazione. E' un orgoglio stare in squadra con loro", le parole di Filippo Macchi. "Ogni gara fatta insieme per noi è un insegnamento", concorda Tommaso Marini. "Li vedevo gareggiare da casa -aggiunge -, volevo essere nel loro team. E ora è una figata essere qui con loro".

Commenti