Anche il rampollo di casa Bush alla kermesse di Rimini

Anche il rampollo di casa Bush alla kermesse di Rimini

Ci sarà anche Jeb Bush (nella foto), rampollo della famiglia dell’ex presidente statunitense George W., all’edizione 2009 del Meeting per l’amicizia tra i popoli organizzato da Comunione e liberazione dal 23 al 29 agosto. Il due volte governatore della Florida e promessa della dinastia repubblicana è solo uno degli ospiti di prestigio della 30esima edizione della kermesse di Rimini.
Interverranno anche l’ex premier britannico Tony Blair, il presidente del Senato Renato Schifani, otto ministri italiani, il governatore della Banca d’Italia Mario Draghi ed Ennio Morricone. Il titolo dell’edizione 2009 del Meeting, tradizionalmente occasione per riprendere il dibattito politico dopo le vacanze estive, è «La conoscenza è sempre un avvenimento». Durante la prima giornata il ministro degli Esteri Franco Frattini parlerà dei conflitti dimenticati dell’Africa insieme al collega svedese Carl Bildt, presidente di turno dell’Ue. Saranno presenti presidenti e capi di governo di Congo, Uganda, Kenya, Mozambico ed Etiopia.
Non mancheranno gli approfondimenti sulla crisi economica. «Cercheremo - spiega Bernard Scholz, presidente della Compagnia delle opere - di comprendere meglio il nesso fra impresa e bene comune, parleremo delle condizioni per la ripresa, del significato del lavoro e delle relazioni fra banche e imprese». Scholz promuove le risposte del governo alla crisi e il recepimento dell’invito alla sussidiarietà arrivato da Cl: «In generale - sostiene - il governo si è mosso bene rispondendo con flessibilità alle sfide poste dalla crisi. I provvedimenti sugli ammortizzatori sociali, i fondi di garanzia e le detassazioni degli investimenti per impianti e macchinari sono utili. Certo che sarebbe auspicabile allargare le agevolazioni fiscali, anche se bisogna riconoscere i limiti imposti dal debito pubblico».

Commenti