Anziana derubata da finte volontarie

Furti estivi: nel mirino ancora una volta gli anziani. Soli e sprovveduti sono le vittime preferite per raggiri e rapine, ancora di più quando la città è deserta. Ieri mattina, poco prima di mezzogiorno, due giovani donne si sono presentate alla porta di una anziana signora fingendosi volontarie della parrocchia. La donna, residente in viale Marconi, le ha fatte entrare nell’appartamento. È bastato un attimo di distrazione. La padrona di casa si è allontanata perché il suo cane stava abbaiando. A quel punto una delle donne è riuscita, di nascosto, a entrare nella stanza da letto dell’anziana, rubando gioielli e contanti. Poi improvvisamente sono fuggite via promettendo che si sarebbero ripresentate dopo qualche giorno.
I carabinieri stanno indagando sull’episodio. In merito Piergiorgio Benvenuti, capogruppo provinciale di Alleanza nazionale, illustra la sua proposta per cercare di prevenire altri furti del genere: «Proprio in questo periodo estivo, caratterizzato da molti anziani che rimangono soli in casa e quindi maggiormente soggetti a rapine, furti e raggiri, è necessaria oltre a una maggiore vigilanza anche una vera e propria campagna istituzionale per informare, senza allarmismi, i cittadini, soprattutto gli anziani, di non far entrare in casa sconosciuti, accertandosi prima di aprire la porta della esatta identità dei soggetti».
«Propongo, pertanto - continua Benvenuti - proprio nell’ambito dell’imminente assestamento di bilancio di previsione 2005, che si discuterà nel corso dei prossimi giorni a Palazzo Valentini, di destinare dei fondi per una campagna d’informazione a favore delle persone anziane per sensibilizzarle a una maggiore attenzione».