Appello di Napolitano: "Insisto, Parlamento ruolo insostituibile"

Il ruolo delle Camere "è insostituibile". Lo ha ribadito il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, durante l’incontro con una delegazione dei presidenti dei parlamenti dei Paesi del G8

Appello di Napolitano: 
"Insisto, Parlamento 
ruolo insostituibile"

Roma - Il ruolo delle Camere "è insostituibile". Lo ha ribadito il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, durante l’incontro con una delegazione dei presidenti dei parlamenti dei Paesi del G8. "Pur nella diversità dei sistemi di governo, taluni presidenziali altri no - ha detto Napolitano - in tutti i nostri paesi si attribuisce un ruolo insostituibile alle Assemblee parlamentari. Permettetemi - ha aggiunto - di insistere sull’aggettivo insostituibile. È qualcosa in cui credo profondamente, avendo dedicato una parte molto grande della mia vita all’impegno nel Parlamento italiano e da ultimo nel parlamento europeo". Secondo il Capo dello Stato non c’è "altro luogo in cui si incarni il principio fondamentale della rappresentanza come nelle assemblee elette dai cittadini, a suffragio universale per esercitare il potere legislativo e per svolgere funzioni di controllo nei confronti del potere esecutivo".

Fini: "Favorire il dialogo" "Favorire il dialogo interculturale e l’integrazione sociale rappresenta una funzione primaria dei Parlamenti, che sono per loro natura vocati, più di ogni altra Istituzione, a valorizzare il pluralismo e il rispetto delle diversità". Lo ha detto il presidente della Camera, Gianfranco Fini Fini, intervenendo all’ udienza del Presidente della Repubblica per l’ottava riunione dei presidenti delle Camere dei paesi del G8 al Quirinale. Fini ha sottolineato che "la dimensione parlamentare del G8 è nata per raccogliere la sfida di una nuova frontiera della rappresentanza politica, chiamata a superare il recinto dei confini nazionali e a confrontarsi con il fenomeno della globalizzazione. In questa ottica - ha aggiunto - le riunioni dei Presidenti delle Camere hanno rappresentato una sede di confronto sull’articolazione ed il funzionamento delle istituzioni parlamentari, per il loro adeguamento alla complessità del mondo contemporaneo; ed anche una occasione di confronto su grandi temi come la lotta al terrorismo, la sicurezza energetica, la protezione del clima". "Le Assemblee parlamentari dei Paesi di tutto il mondo stanno sempre più rendendosi conto - ha concluso - della necessità di una fitta rete di rapporti per ampliare la base conoscitiva, ravvicinare le legislazioni, raccordare l’iniziativa politica".